Viaggiare in autobus mai così economico: BlaBlaBus, costola di BlaBlaCar, lancia la sfida a Flixbus

Potrebbe arrivare a breve anche in Italia il servizio BlaBlaBus: prezzi stracciati e sfida al predominio di Flixbus. Tutte le novità.

di , pubblicato il
Potrebbe arrivare a breve anche in Italia il servizio BlaBlaBus: prezzi stracciati e sfida al predominio di Flixbus. Tutte le novità.

Tutti conoscono BlaBlaCar e, in breve tempo, tutti conosceranno anche BlaBlaBus, il servizio di lunga percorrenza che intende sfidare lo strapotere di Flixbus, utilizzando un meccanismo simile, quello di appoggiarsi a vettori locali. Eppure, c’è qualche novità di assoluto interesse: BlaBlaBus è stato introdotto di recente in Francia, Belgio e alcune località della Germania, dopo l’acquisizione di Ouibus. L’obiettivo è chiaro: entro il 2020 si intende inaugurare 400 sedi in Europa e 70 nuove tratte.

I prezzi sembrano essere incredibilmente competitivi e in più al BlaBlaBus si aggiungerà anche il servizio di car pooling. Ma andiamo con ordine.

Cos’è BlaBlaBus e perché rappresenta una novità

A prima vista, il nuovo servizio di BlaBlaCar, chiamato BlaBlaBus, presenta un modello di business di fatto ricalcato su quello dell’azienda tedesca Flixbus: prezzi convenienti e utilizzazione di vettori locali. Ma c’è una differenza. Per chi non conoscesse BlaBlaCar, si tratta di un servizio approdato da qualche anno anche in Italia che permette di condividere la propria auto con altri utenti, in maniera tale da risparmiare sui costi, fare nuove conoscenze, ed evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto consueti. In Italia, ad esempio, studi recenti rivelano come il pubblico che utilizza questo servizio sia compreso tra i 22 anni e i 48 anni, e che la lunghezza media delle tratte sia di 300 chilometri circa; inoltre, si segnala la crescita anche di servizi di car sharing per tratte più brevi – come andare a lavoro o all’università – proprio per il malfunzionamento di mezzi pubblici, il traffico, la difficoltà di parcheggio e così via.

Dunque, l’offerta di BlaBlaBus ha questa differenza: gli autobus condurrebbero i passeggeri nelle località più importanti, poi interverrebbe il car sharing per raggiungere località minori, in maniera tale da rendere il servizio davvero capillare. Per fare qualche esempio: l’offerta di lancio della linea Parigi-Bruxelles è stata di 99 centesimi, mentre ora il prezzo stabilito è di 4,99 euro per un percorso di quasi 400 chilometri. Per l’estate che sta arrivando, BlaBlaBus ha già attivato alcune linee per le più importanti mete di vacanza in spagna (come ad esempio Lloret de Mar).

BlaBlaBus: quando in Italia?

Al momento, non si hanno informazioni precise: sembra, però, che l’Italia rientri negli interessi di BlaBlaBus, anche perché si tratta di una delle mete turistiche sicuramente più ricercate in Europa. A quanto pare, infatti, si starebbero prendendo già accordi con vettori locali (si parla di Marino Bus) e quindi il servizio sembrerebbe pronto ad arrivare anche da noi.

Leggete anche: Nuove fermate estive Frecce Trenitalia per Riccione: offerte “parco gratis” e “viaggio rimborsato”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,