Vacanze estive 2016, ecco le mete degli italiani e un nuovo modo di spostarsi

Vacanze estive per 32 milioni di italiani. Spesa in crescita, così come aumenta la richiesta dell'autonoleggio e del car sharing.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Vacanze estive per 32 milioni di italiani. Spesa in crescita, così come aumenta la richiesta dell'autonoleggio e del car sharing.

Saranno 32 milioni gli italiani, che sfrutteranno le vacanze estive quest’anno per andare a passare alcuni giorni fuori casa. Secondo Codacons, complessivamente spenderanno 16,4 miliardi tra viaggi, alloggi, cibo, servizi, etc., ovvero il 2,5% in più dello scorso anno.

Quanto alle mete, il 75% delle famiglie italiane ha come destinazione una località nazionale. Mai come quest’anno, a influire sulla scelta è la variabile del terrorismo, come segnala il crollo di prenotazioni in destinazioni tipicamente molto gettonate, come Egitto e Tunisia.

Solo un vacanziero su quattro, quindi, andrà all’estero. Tra questi, il 27% avrebbe scelto la Grecia, il 23% la Croazia e il 20% la Spagna. Chi resta in Italia, invece, preferirebbe nell’ordine Puglia (18%), Sicilia (15%), Toscana (12%) e Liguria (10%). E ben due italiani su tre (66%) opterebbe per una località di mare.

E stando all’Aniasa, l’Associazione nazionale dell’industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici), dovrebbe superare quota 150.000 unità il numero di veicoli noleggiati quest’anno in Italia, in crescita dalle 145.000 dello scorso anno. Non siamo dinnanzi a un vero boom, ma certamente qualcosa sembra cambiare nelle abitudini degli italiani, che sempre meno vedono nell’autonoleggio un servizio di lusso, complice anche la necessità di doversi spostare nei luoghi di vacanza, dopo aver preso l’aereo per raggiungerli.

In particolare, una certa vivacità dell’industria del noleggio auto si avverte nelle isole, ovvero in Sicilia e Sardegna. Non meno importante, poi, è un nuovo fenomeno, ancora non di massa, ma in forte crescita, cioè quello della condivisione dell’auto per i tragitti più lunghi (“car sharing”). Il trend rialzista è sostenuto dalle numerose piattaforme online, che consentono agli utenti di mettersi d’accordo sulle singole tratte.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Viaggi, News Risparmio, Promozioni e Offerte, Curiosità, Viaggi