Truffa: falso buono IKEA da 500 euro con Whatsapp

Arrivano a raffica i messaggi su Whatsapp che propongono un voucher Ikea da 500 euro in regalo. Si tratta di una maxi truffa: ecco cosa fare per evitarla.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Arrivano a raffica i messaggi su Whatsapp che propongono un voucher Ikea da 500 euro in regalo. Si tratta di una maxi truffa: ecco cosa fare per evitarla.

Maxi truffa di falso buono IKEA da 500 euro per messaggio su Whatsapp.

Sono giunte molteplici segnalazioni allo “Sportello dei Diritti” in questi giorni, perché sta circolando un finto messaggio che propone un voucher Ikea da 500 euro in regalo.

La truffa consiste nel chiedere agli utenti la disponibilità a rispondere ad un sondaggio in cambio di voucher o sconti.

Si tratta di un raggiro e il colosso IKEA è estraneo dai fatti.

Secondo il parete del presidente dello “Sportello dei Diritti“,  Giovanni D’Agata,  si tratta del cosiddetto furto d’identità.

Una prassi molto usata tra i truffatori che consente attraverso la duplicazione di documenti ed a volte con la complicità degli operatori dei vari settori, l’attivazione di servizi a pagamento, conto correnti bancari, utenze, ecc., a discapito dei cittadini.

Truffa buono Ikea: avviso della Polizia di Stato “Una vita da social”

La Polizia di Stato ha dato l’allarme attraverso la propria pagina Facebook “Una vita da social”  sulla truffa che circola in queste ore su WhatsApp. Riguarda la possibilità di vincere uno dei 150 buoni messi in palio da Ikea dal valore di 500 euro rispondendo a quattro semplici domande.

La Polizia di Stato, specifica che “si tratta di un tentativo di phishing”, il meccanismo che permette di prelevare informazioni personali in rete. Quindi #OCCHIOALLATRUFFA
.

Truffa buono IKEA: cosa fare se si riceve l’avviso?

Una volta ricevuto l’avviso anche se da amici e parenti, il consiglio dello “Sportello dei Diritti” è:

  • di non aprire il link http://bit.ly/ikea-store-vouchers e di cancellare il messaggio.

L’utente raggirato, nel rispondere potrebbe attivare, nei casi più gravi, l’iscrizione a servizi a pagamento non richiesti.

Polizia di Stato: segnala Truffa telefonica su fatturazione bollette

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tutela consumatori, Truffe