Truffa conto corrente arancio Ing Direct ottobre 2017: ecco come tutelarsi

Nel mirino dei truffatori è finita anche la Banca Ing Direct ed esattamente il conto corrente arancio. La Polizia Postale ha scoperto l'ennesima truffa ed invita a non cliccare sui link fasulli.

di , pubblicato il
Nel mirino dei truffatori è finita anche la Banca Ing Direct ed esattamente il conto corrente arancio. La Polizia Postale ha scoperto l'ennesima truffa ed invita a non cliccare sui link fasulli.

Nel mirino dei truffatori è finita anche la Banca Ing Direct con il conto corrente arancio. La Polizia Postale, infatti, ha scoperto l’ennesima truffa ed invita i cittadini a non cliccare e a non rispondere agli strani messaggi o e-mail che stanno arrivando. Essi sono delle truffe il cui scopo è quello di estorcere dati personali o finanziari. Ecco le info in merito all’ultima truffa.

Truffa conto corrente arancio Ing Direct

Sulla pagina Facebook della Polizia Postale è stato pubblicato un post nel quale si chiede di prestare la massima attenzione all’attività di phishing che può coinvolgere i titolari del conto corrente arancio della Ing Direct. L’attività di phishing, per chi non lo sapesse, è una truffa che avviene sulla rete mediante la quale un malintenzionato cerca in tutti i modi di ingannare la vittima fingendosi un ente affidabile per carpire informazioni personali o dati sensibili come quelli finanziari.

La Polizia Postale comunica che il messaggio di truffa recita la seguente dicitura: “Gentile Cliente, la preghiamo di controllare e aggiornare urgentemente alcuni dati relativi al suo conto al http://ingdirect.info onde evitare la sospensione”. Qualora si clicchi su tale link, poi, comparirà  una seconda schermata nella quale si chiederà di inserire il codice utente, la data di nascita e il numero di telefono. Infine l’ultima schermata reciterà tale messaggio “Abbiamo rivelato un problema nell’elaborazione dei suoi dati di accesso. Per confermare la sua reale identità la preghiamo di inserire il PIN completo nel campo sottostante eseguire le indicazioni nella pagina seguente”.

Ovviamente questa è una truffa e la PS invita non solo a non cliccare su tale link ma cestinare e-mail e messaggi che chiedono di effettuare tali operazioni- La Ing infatti utilizza altri metodi per fornire delle comunicazioni.

Ing Direct: consigli su come tutelarsi dalle truffe online

La Banca Ing sulla sua pagina web, ecco l‘indirizzo, comunica che le frodi online sono sempre dietro l’angolo per cui è bene che l’utente possa tutelarsi. Ing aiuta, quindi, quest’ultimo con un quiz per far si che non si abbocchi alle truffe. Ad esempio la prima parte del quiz recita: “Appare una finestra pop-up di Ing Direct che ti informa di un blocco del tuo conto corrente: cosa fai? Le risposte sono A) Mi preoccupo e clicco subito per capire il problema, B) Leggo attentamente e valuto se è il caso di cliccare, C) Chiudo subito, potrebbe essere un tentativo di truffa”. Ovviamente la risposta esatta è la C e la Ing conferma tale risposta ed invita il cliente ad andare avanti con il quiz.

Sulla medesima pagina, poi, la Ing comunica che non richiederà mai il numero di cellulare via e-mail o da canali non ufficiali per cui, qualora il cliente dovesse imbattersi in una richiesta del genere, dovrà contattare subito il servizio clienti.

Infine, la stessa comunica di non avere più un account attivo su Skype per cui quelli che faranno riferimento alla Ing Direct saranno falsi. La Banca invita infine i suoi clienti a non inviare mai codici personali e documenti mediante tale servizio di messaggistica istantanea. Per info su altre truffe, leggete anche: Truffa reso Amazon: restituire la merce fallata diventerà più difficile?.

 

Argomenti: , ,