Trenitalia e associazioni consumatori firmano la conciliazione paritetica

È stato siglato protocollo di intesa tra Trenitalia e le associazioni dei consumatori per introdurre la Conciliazione Paritetica anche nel trasporto regionale.

di , pubblicato il
trenitalia-italo

È stato siglato protocollo di intesa tra Trenitalia e le associazioni dei consumatori per introdurre la Conciliazione Paritetica anche nel trasporto regionale. Con tale termine si intende una risoluzione extra-giudiziale delle controversie tra i viaggiatori e Trenitalia dopo un reclamo per il quale si ritiene non siano stati forniti adeguati rimborsi. Ecco quindi come funzionerà la novità.

Trenitalia e la conciliazione paritetica

Dal 2009 Trenitalia mette a disposizione dei propri clienti la conciliazione per chi viaggia sui treni nazionali e nel 2020 sono state circa 583 quelle convocate grazie alle quali c’è stata la risoluzione nel 96% dei casi. Adesso grazie al protocollo di intesa firmato tra le associazioni dei consumatori e Trenitalia, sarà introdotta la conciliazione paritetica anche nel trasporto regionale. Grazie a tale opportunità si potranno risolvere i piccoli problemi senza dover per forza ricorrere alla giustizia ordinaria.
Quest’accordo segna l’impegno del gruppo Ferrovie dello Stato a voler fare bene anche nel trasporto regionale. I numeri, infatti, premiamo Trenitalia in quanto i fruitori del servizio sono aumentati: da 447 milioni nel 2015 a 463 milioni nel 2019 e tale crescita va al passo con gli investimenti effettuati dal Gruppo. Dal 2019 al 2025, infatti, sono stati investiti più di sei per miliardi grazie ai quali è stato possibile acquistare 634 nuovi treni. Inoltre lo scorso 18 marzo, Ferrovie dello Stato ha emesso un green bond da un miliardo di euro per comperare nuovi convogli.
Potrebbe interessarti:  Italo Treno e Trenitalia: offerte metà marzo 2021
[email protected]

Argomenti: ,