Trasforma l’olio usato per friggere in sapone e risparmia fino a 120 euro l’anno

Con l'olio usato per friggere puoi fare dell'ottimo ottimo sapone naturale per la casa, risparmiare denaro e salvaguardare l'ambiente

di , pubblicato il
Sapone naturale

Hai presente quando prepari le patatine fritte e ti resta una buona quantità di olio usato per friggere, quello di semi?

Ecco, da oggi non buttarlo più via, è fortemente inquinante per l’ambiente e dovresti seguire precise regole per un corretto smaltimento dell’olio vegetale di scarto. Invece, dopo averlo filtrato bene, puoi riciclarlo per fare dell’ottimo sapone naturale per i piatti, per i pavimenti e per i panni. Puoi anche usarlo sotto la doccia senza problemi e senza rischi grazie a questa procedura tutta naturale e senza sostanze chimiche.

Infatti, i normali detersivi contengono spesso sostanze dannose per la salute, come per esempio il Triclosan che si trova nel dentifricio, nel sapone e in altri prodotti per la casa e che provocherebbe resistenza all’antibiotico

E, in più, non sporchi le tubature, non inquini l’ambiente e a fine anno avrai risparmiato una bella somma per regalarti una piccola vacanza!

 

L’olio usato per friggere, infatti, può essere utilizzato insieme a pochi ed economici ingredienti per creare un sapone naturale ed ecologico.

E se metti in campo un po’ di fantasia potresti confezionare dei simpatici regali “green” per i tuoi amici e parenti amanti del bio fai-da-te.

Ecco qua ingredienti e procedimento per trasformare il tuo olio usato per friggere in diversi tipi di sapone, liquido o solido.

 

La ricetta per fare il sapone in casa con l’olio usato per friggere

Cosa ti occorre:

  • 1 kg d’olio usato ben filtrato (meglio se lo filtri 2-3 volte usando un tovagliolo di cotone o una garza a maglie fitte)
  • 300 gr d’acqua di rubinetto
  • Oli essenziali a scelta (lavanda, rosmarino, limone, ecc.
    )
  • Coloranti naturali o minerali (cacao in polvere, curcuma, miche, ecc.)
  • 134 gr di soda caustica per l’olio di girasole
  • 135 gr di soda caustica per l’olio di soia
  • 136 gr di soda caustica per l’olio di mais o di arachidi

 Come procedere:

  1. Scalda l’olio fino a raggiungere la temperatura di 45 gradi circa: puoi verificarla con un termometro a immersione utilizzato anche per gli arrosti.
  2. In un contenitore in plexiglass versa l’acqua e poi aggiungi poco per volta la soda caustica in scaglie (mai fare il contrario, ovvero mai versare l’acqua sulla soda: potrebbe esplodere causando ustioni anche gravi). L’acqua a questo punto aumenterà di temperatura raggiungendo i 90°. Attendi fino a che anche questa non scenda fino a 45/50° poi versala piano, a filo, nel contenitore con l’olio mescolando con un cucchiaio di legno. Successivamente aiutati con un frullatore a immersione fino a che il composto non diventerà denso e cremoso, a “nastro”.
  3. Versa il tutto ancora nello stampo di silicone, quello che usi per fare il plum cacke o il ciambellone.
  4. Copri con la pellicola trasparente e una pezza di lana e lascia così, senza spostare o muovere per circa 48 ore.
  5. Una volta solidificato il sapone estrailo dallo stampo e taglialo a fette.
  6. Per fare il sapone liquido per piatti, pavimenti e panni a mano grattugiane 100 grammi e fallo sciogliere in una pentola con un litro d’acqua.
  7. Per utilizzarlo come sapone per il corpo fallo stagionare a pezzi almeno 15 giorni da quando lo togli dallo stampo.

 

Per fare tutto in sicurezza

Ricordati di indossare sempre occhiali protettivi, guanti in gomma o lattice e una mascherina. Non adoperare pentole o utensili in alluminio.

E ora goditi il tuo sapone “green” fatto in casa riciclando l’olio usato per friggere che avresti buttato via!

Argomenti: ,