Trading online dopo la Brexit: investire in borsa tra occasioni e rischi

La Brexit impatta sulle scelte di chi investe in borsa facendo trading online: ecco cosa è successo negli ultimi giorni

di Enzo Lecci, pubblicato il
La Brexit impatta sulle scelte di chi investe in borsa facendo trading online: ecco cosa è successo negli ultimi giorni

La Brexit si è abbattuta come un fulmine non solo sulla comunità finanziaria ma anche sul mondo del trading online. Se è vero, infatti, che da un lato la maggiore volatilità è occasione per riuscire a strappare guadagni interessanti, è altrettanto vero che tutti gli assets sui quali è possibile fare trading sono diventati molto rischiosi a seguito dell’uscita della Gran Bretagna dall’Europa. Il rischio, come sempre avviene nella finanza, è dovuto all’imprevedibilità della situazione (Brexit, Greenspan: elettori disperati ovunque, manca crescita, crisi in arrivo).

A cinque giorni dal traumatico esito del referendum inglese, infatti, tutti gli analisti e gli osservatori convergono su una sola prospettiva: il rischio che si vada verso eventuali strappi a seguito della Brexit è destinato ad aumentare se non ci sarà chiarezza da parte di quelli che sono i protagonisti di questa vicenda. In pratica la possibilità di ridurre i contraccolpi deriverà dalla capacità dell’Europa e della Gran Bretagna di trovare una via di uscita al dossier Brexit evitando di restare impantanati nella discussione.

Il grande peso che quindi viene assunto dalle dichiarazioni ufficiali e convergenti, è chiaramente argomento di grande interesse per chi fa trading online.

 

Brexit e trading online: cosa è successo nei giorni scorsi

Essendo il mondo della borsa reale e quello delle piattaforme di trading online intimamente collegato è ovvio che, anche tra i traders, nei momenti immediatamente successivi alla Brexit si sia respirata un’aria molto pesante. Eppure anche in quel contesto, molti traders professionisti sono riusciti a trarre profitti molto interessanti. Si pensi, in tal senso, a quello che è potuto intervenire nell’ambito del trading binario sulle materie prime e più nello specifico sull’oro. L’aumento del prezzo dell’oro che si è registrato lo scorso venerdì e ieri 27 giugno, è stata occasione di profitto per molti traders che hanno comprato su una delle tante piattaforme per il trading binario, un’opzione binaria con sottostante oro scommettendo sull’aumento del prezzo dell’asset in uno specifico intervallo.

Guadagni interessanti sono anche arrivati per quei traders che invece hanno puntato sui cambi e sul forex trading. In questo caso a consentire di trarre profitto sono state le scommesse sul calo della Sterlina sopratutto rispetto al Dollaro. Mentre la valuta Usa si trasformava in un bene rifugio sui mercati ufficiali, sulle piattaforme in tanti hanno potuto guadagnare proprio grazie al trading.

Questo trend caratterizzato da un aumento del prezzo dell’oro, da un calo della sterlina e dal crollo degli indici di tutte le borse occidentali, ha accompagnato i traders fino a ieri sera. Da oggi, invece, il vento è completamente cambiato con le borse in grande spolvero, la caduta della sterlina che si è bloccata e il prezzo dell’oro che ha arrestato la sua corsa. Lo scenario di fondo che caratterizza quel famoso contesto generale in cui opera chi sceglie di investire in azioni facendo trading online, è radicalmente cambiato.

Per ora si parla di un semplice rimbalzo che resta comunque troppo esposto a quelle che possono essere le novità sul dossier Brexit. E’ proprio per questo motivo che l’attenzione al quadro di fondo deve restare immutata sia nel caso in cui si abbia a che fare con la Borsa vera che nel caso in cui si operi sulle piattaforme di trading online.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Investimento, Trading