Torna l’ora legale: ecco quando e quanto si risparmia

Cambio ora da solare a legale: non sarà l'ultima volta per l'Italia ma quanto si risparmia?

di , pubblicato il
Torna l'ora legale, il risparmio energetico di oggi potrebbe non avere senso tra 10 anni

Il 21 marzo entrerà la primavera e con essa le giornate finalmente si allungheranno. In questo mese è ed esattamente nella notte tra il 27 e 28 marzo è previsto anche il cambio di ora da solare a legale per cui le lancette dei nostri orologi si dovranno spostare un’ora avanti. Non sarà l’ultimo cambio di ora a seguito della proposta di legge del Parlamento Europeo in quanto l’Italia ha chiesto di poter continuare ad utilizzare il cambio orario soprattutto per una questione di risparmio energetico.

Cambio ora: non sarà l’ultima volta per l’Italia

L’Italia ha detto di No all’abolizione del cambio tra ora solare e legale. Il governo Conte Bis, infatti, ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere la situazione attuale. Questo perché la Ue ha abolito l’obbligo per i diversi paesi membri di passare da un’ora all’altra. Gli stati, quindi, dovranno decidere se restare con l’ora solare o con l’ora legale. Questa situazione è a dir poco paradossale dato che ci si troverà un’Europa divisa in tanti fusi orari. Varcando il Brennero, infatti, ci si potrebbe ritrovare a spostare le lancette un ‘ora avanti o una indietro. C’è però da dire che la possibilità di avere più luce avvantaggia soprattutto i paesi del Sud dell’Europa in quanto in quelli del Nord Europa le giornate in estate durano molto, basti pensare alla Finlandia dove il sole sorge alle 4 e tramonta alle 23 circa.

Il risparmio con l’ora legale

I benefici del risparmio energetico riguardano principalmente il cambio da ora solare a legale. Terna, la società che gestisce la rete elettrica italiana, ha quantificato quanto denaro si riesce a risparmiare con il cambio che avviene ogni anno. Nel dettaglio comunica che nel 2020 sono stati utilizzati 400 milioni di kilowattora di elettricità in meno per cui in euro la cifra risparmiata è di 66 milioni.

Ovviamente anche l’ambiente ne ha beneficiato in quanto sono state emesse 205 mila tonnellate di anidride carbonica in meno.

La Terna ha inoltre evidenziato che dal 2004 al 2020 con l’ora legale c’è stato un risparmio energetico di circa 10 miliardi di kilowattora con un risparmio economico per i cittadini di 1 miliardo e 720 milioni di euro. Rispetto ad anni fa, però, secondo Terna, il risparmio diviene pian piano sempre più basso.

Potrebbe interessarti:  Bolletta luce: come leggerla per riuscire a risparmiare

[email protected]

Argomenti: ,