Tim, Vodafone, Wind, Tre Italia, servizi a pagamento “abusivi”: ecco cosa fare per disattivarli

Servizi a pagamento "abusivi": ecco cosa fare per disattivarli con Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Servizi a pagamento

La Polizia Postale, sulla sua pagina Facebook, ha lanciato nuovamente l’allarme per i servizi a pagamento “abusivi” che si attivano sullo smartphone senza che essi siano stati richiesti. Ecco dunque cosa fare con Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia qualora ci si ritrovi a pagare per qualcosa non richiesto.

Servizi a pagamento non richiesti con Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia

La Polizia Postale ha lanciato nuovamente l’allarme per servizi a pagamento non richiesti. Capita spesso, infatti, che dallo smartphone o dal telefonino, si pigi erroneamente su di un pop up pubblicitario ed il dado è tratto. Ci si ritrova immediatamente a dover pagare per un servizio a pagamento che non si è richiesto. Tutti i principali operatori telefonici tra cui Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia sono attrezzati per contrastare questo genere di “truffe” e aiutano gli utenti a liberarsene in modo molto semplice. Cosa fare quindi in tal caso e come fare per richiedere la restituzione del denaro prelevato indebitamente?

La Polizia Postale comunica che, qualora vi troviate servizi a pagamento attivati senza averne fatto richiesta, il metodo più sicuro per richiederne la disattivazione è quello di contattare immediatamente il vostro operatore telefonico e richiedere l’eventuale restituzione del mal tolto.

Come fare per richiedere la disattivazione dei servizi a pagamento 

Per richiedere la disattivazione dei servizi a pagamento con Tim, dovrete chiamare il numero di assistenza clienti 119 e seguire le indicazioni della voce registrata chiedendo di parlare con un operatore. Una volta al telefono con quest’ultimo, dovrete subito esporre il problema e così dovreste riuscire ad ottenere non solo che l’operatore disattivi il servizio a pagamento ma che inoltri la pratica per la restituzione del denaro perso. Con Vodafone, invece, dovrete chiamare il 190 e seguire la medesima prassi. Il numero da digitare per Wind è il 155 mentre quello da digitare qualora abbiate una sim Tre Italia è il 133.

Consigli per evitare servizi a pagamento non richiesti

Il nostro consiglio è inoltre quello di chiedere agli operatori Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia di bloccare i servizi a pagamento sulla vostra sim card in modo tale da non avere più problemi nel futuro. Per quanto concerne il rimborso di quanto prelevato indebitamente, solitamente le compagnie telefoniche rimborsano immediatamente il malcapitato. Qualora ciò non dovesse succedere, però, si potrà contattare un’associazione dei consumatori e chiedere che venga effettuato un reclamo formale contente anche una diffida nei confronti della società telefonica. Qualora non vi sia risposta da parte di quest’ultima si potrà agire in giudizio ma prima si dovrà tentare obbligatoriamente la conciliazione.

Leggete anche: Vodafone, aumenti e rincari folli da giugno 2018: 3 euro di aumento canone/utenti infuriati, ma che fare?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Offerte Tim, Offerte Tre, Offerte Vodafone, Offerte Wind