Tim: la storia incredibile dell’inconsapevole intestatario di 826 linee telefoniche

La storia che racconta l'Adiconsum ha dell'incredibile: un utente si è ritrovato intestatario di 826 linee telefoniche. Ma come è possibile? E intanto il Tar sospende la multa a Tim per la violazione della legge sul "Golden Power".

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
La storia che racconta l'Adiconsum ha dell'incredibile: un utente si è ritrovato intestatario di 826 linee telefoniche. Ma come è possibile? E intanto il Tar sospende la multa a Tim per la violazione della legge sul

Nei giorni scorsi è venuta alla luce una storia riguardante Tim che ha veramente dell’incredibile: un utente, come racconta l’Adiconsum, si è ritrovato intestatario di ben 826 linee telefoniche Tim senza che ne fosse al corrente. Ma com’è è possibile ciò? In merito a tale faccenda alla Tim è stata inflitta un’altra salatissima multa.

Com’è possibile ritrovarsi intestatario di 826 linee Tim?

Quel che è successo ad una persona qualunque ha dell’incredibile. L’utente in questione, infatti, come racconta l’Associazione dei Consumatori Adiconsum, dopo aver ricevuto continue richieste di pagamento da parte di varie società di credito per bollette Tim non pagate, ha voluto vederci chiaro. Lo stesso ha scoperto qualcosa di incredibile ovvero di essere intestatario, a sua insaputa, di 826 linee telefoniche Tim. Ma come è possibile? Ebbene l’operatore ha comunicato che il problema è stato causato da diversi errori avvenuti nel momento in cui vi è stata un’attività di migrazione dati da un sistema di gestione dati ad un altro.

Ed ora?

Tim, per questa pratica scorretta, è stata multata di 800 mila euro e a tale sanzione si è aggiunta anche quella di 160 mila euro per la fuga dati del 2013. Quest’ultima avvenne a causa di un disservizio riguardante il sistema di autenticazione. Per tale falla ognuno poteva accedere ai dati personali degli altri utenti ed ottenere delle informazioni molto personali come il numero di telefono e quello della carta di credito.

Intanto è di ieri la notizia che la Tim ha vinto il primo ricorso davanti al Tar. I giudici hanno infatti sospeso la multa di 74,3 milioni di euro che il governo aveva comminato alla società a maggio per la violazione della legge sul “Golden Power”. La multa era stata inflitta perché la Tim aveva omesso di comunicare alla Presidenza del Consiglio che la quota di Vivendi cresceva tanto da determinare il controllo su Tim. In risposta la compagnia telefonica, invece, ha affermato di non aver mai assunto decisioni sugli asset stategici. La decisione finale, comunque, ci sarà il 4 luglio.

Leggete anche: Multa Agcom a Tim di 170 mila euro per disservizi migrazione e portabilità numero, nel mirino anche Fastweb.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Offerte Tim

I commenti sono chiusi.