Tim, fatturazione mensile: l’operatore costretto a rimborsare i clienti? L’esposto del Codacons

Arriva la denuncia del Codacons, ecco cosa segnalano gli utenti Tim e in cosa consistono i rincari 2018. L’azienda sfida l’Antitrust.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Arriva la denuncia del Codacons, ecco cosa segnalano gli utenti Tim e in cosa consistono i rincari 2018. L’azienda sfida l’Antitrust.

Cosa sta succedendo tra gli utenti dell’operatore Tim sulla questione dei rincari 2018 conseguenti al passaggio alla fatturazione mensile? La data da ricordare è il 21 marzo, quando l’Antitrust ha bloccato i rincari e gli incrementi nelle tariffe per tutti gli operatori del settore; la decisione era stata presa proprio a seguito di una denuncia da parte del Codacons, che aveva sottolineato come, tra i diversi operatori, si stesse costituendo una sorta di cartello, in maniera tale da evitare la concorrenza. La notizia di oggi è la seguente: molti utenti Tim avrebbero segnalato un aumento dell’8,6% sulla tariffa, nonostante la sospensione avvenuta pochi giorni fa. A dare la notizia è ancora una volta il Codacons.

Tim, segnalazioni degli utenti: l’operatore applicherebbe rincari nonostante la sospensione

Cosa sta succedendo nel mondo Tim? La Codacons, in un documento, spiega come il noto operatore sia stata l’unica compagnia ad aver anticipato il passaggio alla fatturazione mensile già a partire dal 5 marzo, con il conseguente avvertimento per il quale la prima bolletta successiva al passaggio avrebbe contenuto un aumento dell’8,6% su tutti i piani tariffari. Ebbene, stando alle segnalazioni raccolte da Codacons, sono già molti gli utenti che segnalano il rincaro; il problema sta nel pronunciamento dell’Antitrust del 21 marzo, che ha, come abbiamo visto, sospeso tutti gli aumenti dei piani tariffari. Semplificando al massimo, si tratterebbe di una violazione da parte di Tim, una scelta di politica commerciale che si presenta come una negazione nei diritti del consumatore.

Tim, arriva un esposto Codacons: la battaglia è ancora lunga

Il Codacons ha deciso di non fermarsi. Nei giorni scorsi è partito un esposto all’Antitrust e all’Agcom, con il quale si richiede un accertamento sulle politiche commerciali di Tim e una verifica sui rincari imposti dall’operatore, nonostante il pronunciamento del 21 marzo. Secondo il Codacons, l’unica soluzione possibile è il rimborso da parte di Tim per quanto concerne qualunque tipologia di aumento o rincaro disposto prima della delibera dell’Antitrust. Il Coordinamento sottolinea come, qualora Tim non dovesse ottemperare ai rimborsi, si prefigurerebbero “fattispecie di natura penale” come il reato di truffa e l’inosservanza di quanto disposto dall’Autorità. La battaglia si annuncia ancora lunga.

Leggete anche: Passa a Tim oggi super offerta oggi 28 marzo 2018 con 10 euro in omaggio e promo con 10 GB in 4G.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Offerte Tim

I commenti sono chiusi.