Tim attivazione linea di casa: cosa fare, documentazione, costi e dati necessari

Ecco cosa fare, la documentazione, i costi e i dati necessari per l'attivazione di una linea fissa TIM.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco cosa fare, la documentazione, i costi e i dati necessari per l'attivazione di una linea fissa TIM.

La richiesta di attivazione di una linea di casa con l’operatore TIM sarà davvero semplice in quanto tale operazione potrà avvenire anche in modalità online. Ecco allora i dettagli più precisi, la documentazione da consegnare, i dati necessari ed i principali costi.

Dati necessari e come fare per attivare linea casa TIM

Per richiedere l’attivazione di una linea telefonica TIM di casa ci si potrà recare presso uno dei negozi di tale operatore telefonico, si potrà chiamare il servizio clienti al numero 187 o infine si potrà effettuare richiesta in modalità online. I dati necessari da inserire saranno il nome, cognome, codice fiscale, indirizzo dell’abitazione per la quale si richiederà l’installazione della linea, il numero di telefono (cellulare) e un indirizzo e-mail che non sarà obbligatorio. Sarà poi un tecnico Tim che contatterà il cliente per fissare un appuntamento e installare l’impianto.

La documentazione necessaria per attivazione linea fissa Tim

Sarà necessario presentare, per l’installazione della linea fissa Tim, un documento di riconoscimento in corso di validità come la carta di identità, il passaporto o la patente, il codice fiscale dell’intestatario della linea nonché la documentazione antiabusivismo. Per quest’ultima si potrà presentare  la copia di domanda di concessione in sanatoria con prova di pagamento oppure la copia della licenza o della concessione edilizia o infine (più semplicemente) la copia di una fattura recente di acqua, gas o luce. Qualora non sia possibile presentare uno dei questi documenti, si potrà fare un’autocertificazione sostitutiva di atto notorio. Essa dovrà essere autenticata o dal segretario comunale o dal notaio come recita l’articolo 4 della Legge 4.1.68 “e successive modifiche e integrazioni”.

Tim rete fissa, contributo attivazione e agevolazioni

Tim informa gli utenti che il contributo di attivazione per una linea tradizionale sarà di 97,60 euro Iva esclusa qualora non vi siano promozioni in corso. Pagando per un abbonamento mensile 35 euro Iva inclusa si avrà la linea di casa con chiamate incluse verso fissi e cellulari. Pagando 18,97 euro Iva inclusa si avrà, invece, la linea di casa con chiamate a consumo. Se si domicilierà la fattura della linea fissa su conto corrente bancario o postale o sulla carta di credito, poi, non sarà addebitato l’importo per l’anticipo conversazioni.

Tim comunica che avranno diritto ad un’agevolazione sull’offerta Voce del 50% (per cui il costo sarà di 9,44 euro al mese Iva inclusa) coloro che hanno un reddito ISEE del nucleo familiare che non superi gli 8.112,23 euro all’anno. Tale agevolazione avrà la stessa durata di quella dell’attestato Isee e quindi la richiesta si dovrà rinnovare annualmente. Con l’abbonamento Voce agevolato, poi, si avranno trenta minuti al mese complessivi di chiamate verso fissi e cellulari nazionali.

Leggete anche: Disdetta TIM rete fissa: ecco le modalità e i moduli.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Offerte Tim