Tasso di interesse composto: ecco cos’è

Ecco cos'è il tasso di interesse e quello composto.

di , pubblicato il
Ecco cos'è il tasso di interesse e quello composto.

Tutti almeno una volta hanno sentito parlare di tasso di interesse e di quello composto. Ma cosa si intende quando si parla di esso? In primis bisogna dire che in economia finanziaria l’interesse è la somma che deve essere restituita come compenso quando si chiede del denaro in prestito per un determinato periodo. Il tasso di interesse è il costo del denaro ovvero la percentuale dell’interesse sulla somma che deve essere restituita.

Il tasso di interesse

Il tasso di interesse, come detto, è il costo del denaro e si esprime con una percentuale. Esso è il costo che deve sostenere una persona che chiede del denaro in prestito. Nel caso di mutui o finanziamenti è la Banca a decidere il tasso di interesse. Tutte le Banche, quindi, avranno un tasso di riferimento detto Euribor. Quest’ultimo è calcolato ogni giorno ed indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in euro tra le principali banche europee.

Nel caso di investimenti, invece, il discorso è diverso in quanto si dovrà tenere conto di alcuni variabili per calcolarlo. Parliamo della durata, l’ente che chiede il denaro e la storia dell’emittente. Ovviamente più sarà lungo il prestito, maggiore sarà il premio che si potrà ricevere.

Tasso di interesse composto: cos’è

Quando un investimento in denaro viene impiegato per più periodi al termine di ciascuno di essi, gli interessi che si maturano entrano a far parte del capitale iniziale. Nel periodo successivo, poi, il tasso di interesse che prende il nome di “composto” non si applicherà più su del denaro inizialmente investito ma su quello maggiorato degli interessi già maturati. Ovviamente il tempo sarà importante in quanto prima si investirà maggiore sarà il capitale accumulato.

Potrebbe interessarti anche:Cosa c’entra l’Euribor con i rendimenti negativi? E i guadagni con il “roll” dei bond?

[email protected]

Argomenti: ,