Tariffe luce e gas, possibili aumenti nel 2019: risparmiare è ancora possibile, ecco come

Risparmiare sulle tariffe di luce e gas è ancora possibile nonostante i possibili aumenti del 2019: ecco come.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Risparmiare sulle tariffe di luce e gas è ancora possibile nonostante i possibili aumenti del 2019: ecco come.

Il 1° ottobre 2018, la tariffa delle luce è aumentata del 7,6% mentre quella del gas del 6,1%. Ciò ha provocato, ovviamente, un rincaro in bolletta anche maggiore di 90 euro (sommando le due tariffe). Purtroppo per il 2019 si prevedono dei nuovi aumenti, secondo le previsioni del Codacons, ed essi potrebbero essere altrettanto elevati. Risparmiare, però, è ancora possibile: ecco come.

Possibili aumenti nel 2019 di tariffe luce e gas

L’Arera, che è l’Autorità di Regolazione per Energia e Reti Ambientali, ad ottobre scorso ha deciso di attutire l’aumento dei prezzi mantenendo invariati gli “oneri generali”. Il problema è che il percorso per il mancato gettito sarà avviato, con tutta probabilità, all’inizio del nuovo trimestre e quindi da gennaio 2019. Da tale data si dovranno recuperare circa due miliardi di euro per cui anche se il prezzo della materia prima luce e gas dovesse scendere, la bolletta sicuramente non sarà meno cara.

Cosa fare per risparmiare?

Il primo consiglio per risparmiare in vista di futuri aumenti di luce e gas è quello di valutare a fondo l’offerta dell’attuale fornitore. Periodicamente: si dovrà confrontare quanto si spende in bolletta e i prezzi del mercato. Facendo una comparazione delle varie tariffe presenti sul mercato, infatti, si saprà se il proprio fornitore è in linea con le tendenze del mercato. Si ricorda inoltre che, effettuando il passaggio da un operatore all’altro, per un anno e alle volte anche due anni si ottengono super offerte bloccate per tutto il periodo. In questo caso non si è soggetti agli aumenti trimestrali comunicati dall’Arera.

Risparmiare su luce e gas: ecco come

Altro consiglio per risparmiare sulle bollette di luce e gas è quello di capire se si possono ottenere dei bonus energetici. Ad esempio per il bonus luce si dovrà avere un reddito Isee non superiore agli 8.107, 5 euro che salirà a 20 mila euro per le famiglie che hanno più di 3 figli a carico. E ancora, chi può, potrà valutare se installare dei pannelli solari. L’investimento iniziale si aggira intorno ai diecimila euro ma esso potrà essere ammortizzato nel corso del tempo. Inoltre vi saranno anche dei bonus grazie ai quali la spesa iniziale sarà scontata.

Regole utili da rispettare per risparmiare in bolletta

Per risparmiare in bolletta, sarà infine necessario evitare gli sprechi energetici. Lo stand by degli elettrodomestici ovvero il puntino rosso che compare quando spegniamo il televisore  fa consumare energia. Dotandosi di prese con interruttori a spegnimento, però, si potrà risparmiare fino al 10%. Inoltre chi acquisterà elettrodomestici di classe energetica (a partire dalla A+) risparmierà sia sulla luce che sul gas ed inoltre preserverà l’ambiente. Tali elettrodomestici hanno infatti un costo più elevato che si ammortizzerà, però, in breve tempo.

Leggete anche: Risparmiare su bollette luce e gas: come leggere le etichette energetiche e valutare le offerte.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Utenze domestiche