Stufa a pellet, quanto consuma di corrente elettrica?

È indubbiamente la scelta più economica per il riscaldamento, ma quanto pesa una stufa a pellet sulla bolletta della corrente elettrica?

di , pubblicato il
Stufa a pellet: incentivi

La crisi energetica ed economica ha portato molte persone a prendere in considerazione l’acquisto e l’installazione di una stufa a pellet. Nonostante l’aumento record dei prezzi risulta essere ancora l’alternativa più economica all’utilizzazione dei riscaldamenti classici a gas. La spesa principale è data ovviamente dalla materia prima, il pellet, il cui prezzo è cresciuto notevolmente nell’ultimo anno.

Ma per capire davvero se una stufa di questo tipo può essere davvero la scelta più adatta alle nostre abitudini di consumo, occorre sapere quanto consuma in termini di corrente elettrica. In questo articolo, faremo due calcoli e spiegheremo tutto quello che c’è da sapere.

Quanto consuma in termini di corrente elettrica una stufa a pellet? L’accenditore elettrico

Per conoscere la vera spesa che si affronterà qualora si decida di acquistare una stufa a pellet, bisogna tenere conto dei consumi di corrente elettrica connessi all’accenditore elettrico e al motore dei ventilatori.

Al momento, partendo dai prezzi previsti dal mercato tutelato del 12 gennaio 2023, 1kWh costa 0,361 euro.
Secondo quanto riportato da Risparmiare Energia, l’accenditore elettrico di una stufa a pellet impiega circa 170-180 watt e dai 3 ai 5 minuti per avviare la combustione del pellet di legno chiaro. Altre tipologie di legno possono impiegare anche 10 minuti per l’accensione, ed è su quest’ultimo dato di massima che effettueremo il calcolo. S

e la nostra stufa impiega, allora, 10 minuti per l’accensione, il calcolo da fare è il seguente: 0,175 kW moltiplicato per 0,361 €/kWh con un risultato di 0,06 euro all’ora (vale a dire 6 centesimi per un’ora). A questo punto basta dividere i 6 centesimi per 6 (10 minuti è 1/6 di un’ora) e il gioco è fatto: il costo è di 1 centesimo di euro.

Se si accende più volte nella medesima giornata, basta fare una semplicissima moltiplicazione.

Il costo è irrisorio. Ma non vale lo stesso per il motore dei ventilatori.

Il motore dei ventilatori, quanto consumano?

La voce di spesa più alta, in termini di corrente elettrica, per quanto concerne la stufa a pellet, è data dal motore dei ventilatori. Per funzionare, essi necessitano di 2,5-3,0 ampere (per i modelli più grandi), che corrispondono a circa 300 watt all’ora.

In questo caso, il calcolo è il seguente: 0,300 kWh moltiplicato per 0,361 €/kWh con il risultato di10 centesimi di euro per ogni ora di utilizzo. Se la stufa a pellet viene utilizzata per 12 ore al giorno, la moltiplicazione è semplice: 10 centesimi moltiplicato per 12 ore con il risultato di 1,20 euro al giorno.

Non tutte le stufe presentano i medesimi consumi. Un modello più piccolo ed economico può consumare soltanto 100 watt, con una spesa di circa 3-4 centesimi all’ora. Se la stufa viene tenuta accesa per 12 ore, la spesa scende a circa 40 centesimi al giorno.

[email protected]

Argomenti: ,