Stop mercato tutelato bollette di luce e gas: c’è un nuovo rinvio

C'è un nuovo rinvio allo stop del mercato tutelato delle bollette di luce e gas a favore del mercato libero: ecco la nuova data.

di , pubblicato il
rincari bollette

C’è una nuova proroga dello stop al mercato tutelato per le bollette di luce e gas. Essa è stata ufficializzata con un emendamento approvato in Commissione bilancio che, come comunica Adiconsum (associazione a difesa dei consumatori), dovrebbe approdare nella legge di Bilancio 2022. Il passaggio al mercato libero dell’energia, quindi, ora è pianificato per il 1° gennaio 2024.

Stop mercato tutelato bollette luce e gas

Slitta nuovamente la data dello stop al mercato tutelato di luce e gas a favore di quello libero. Ricordiamo che con il primo nome si intende il mercato delle tariffe di luce e gas regolato dall’Arera. Quest’ultima è l’Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente che stabilisce il prezzo dell’energia ogni tre mesi. In Italia le famiglie che hanno una tariffa con un fornitore che opera nel mercato libero sono circa 17 milioni e per sapere se si ha tale contratto basta consultare la bolletta. L’indicazione si trova infatti in alto.

Il mercato libero, invece, è quello in cui il fornitore decide in maniera autonoma quanto far pagare di energia. Propone infatti delle offerte tutte diverse ed è il consumatore a scegliere il fornitore più conveniente per le sue esigenze. Ricordiamo che sono trascorsi oramai 5 anni dal giorno in cui c’è stato l’obbligo di passare tutti al mercato libero dell’energia. Anno dopo anno, però, c’è stato il rinvio come quest’ultimo al 2024 avvenuto mediante un emendamento presentato alla Camera dal Movimento Cinque Stelle. Esso è stato approvato dopo l’esame in Commissione Bilancio.
Chi ha un contratto con il mercato tutelato, quindi, avrà tempo fino al 2024 per passare al mercato libero. Questo però in un regime transitorio che ancora non è stato definito.

Marco Vignola dell’Unione Consumatori è felice di questa notizia. Questo perché non è possibile eliminare il mercato tutelato nelle condizioni attuali dove soltanto pochi grossi operatori controllano il mercato senza che vi sia un albo di fornitori.
Leggi anche: Aumenti bollette luce gas 2022: arriva la rateizzazione senza interessi
[email protected]

Argomenti: ,