Sky si adegua alla fatturazione mensile dal 1 aprile 2018 e l’abbonamento da 19,90 passa a 21,60 euro

Dal 1 aprile 2018 Sky torna alla fatturazione mensile: ecco il costo di tutti gli abbonamenti a base mensile: quello da 19,90 passa a 21,60 euro.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Dal 1 aprile 2018 Sky torna alla fatturazione mensile: ecco il costo di tutti gli abbonamenti a base mensile: quello da 19,90 passa a 21,60 euro.

Dopo Tim, Vodafone, Tre Italia, Wind e Fastweb anche Sky ha comunicato ufficialmente sulla sua pagina web che dirà addio alla fatturazione a ventotto giorni per passare a quella mensile a partire dal 1 aprile 2018. Ecco le info in merito e la variazione di prezzo.

Variazione contrattuale Sky: torna la fatturazione mensile e cambia il costo

Sky comunica che, ecco il link della variazione contrattuale, come previsto dalla Legge 172/2017 dal 1 aprile 2018, la fatturazione dei pacchetti tornerà ad essere mensile. Il costo dell’abbonamento non cambierà e continuerà ad essere il medesimo di quello applicato dal 1 ottobre 2017. Sky comunica che il prezzo annuale dell’abbonamento resterà invariato perché la fattura mensile sarà calcolata mantenendo fisso tale costo dividendolo per le dodici mensilità.

Ecco i nuovi prezzi:

  • Sky Tv passerà da 19,90 euro  a 21,60 euro al mese,
  • Sky Cinema passerà da 15 euro ogni quattro settimane a 16,20 euro al mese,
  • Sky Sport o Sky Calcio da 14 euro ogni quattro settimane a 15,20 euro al mese,
  • il servizio HD da 5 euro a 5,40 euro al mese,
  • Sky Famiglia da 5 euro a 5,40 euro al mese,
  • Sky Go Plus da 5 euro a 5,40 euro al mese,
  • Sky Multiscreen da 15 euro a 16,20 euro al mese e tale prezzo include anche Sky Go Plus e
  • Sky Q Plus da 21 euro a 21,40 euro al mese (incluso Sky HD).

Sky comunica infine che tali informazioni sono presenti anche su tutti i decoder Sky sotto messaggio di sistema. Per leggerle si dovrà premere il tasto “menù” o “interattivi”e selezionare dalla sezione “interattivi” la voce Sky informa.

Leggete anche: Fatturazione mensile: dopo la data di Tim, Vodafone, Wind e Tre Italia arriva anche quella di Fastweb.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Pay tv

I commenti sono chiusi.