Rubare un’auto: bastano 40 euro e 9 secondi per il furto, ecco a cosa fare attenzione

Ecco come difendersi dalle nuove tecniche impiegate dai malviventi per rubare un'auto.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Ecco come difendersi dalle nuove tecniche impiegate dai malviventi per rubare un'auto.

Anche se pensate che le vostre auto siano perfettamente al sicuro, è bene sapere che non servono grandi doti di destrezza e grandi attrezzature per rubarla. Basta una chiave.

Rubare un’auto, da quello che emerge dalle ultime notizie diffuse, sembrerebbe una cosa facilissima.

Rubare un’auto che non ha bisogno di chiavi

Come dimostrato lo scorso anno da Flavio Garcia, aprire la portiera di un veicolo che non necessità di chiavi non rappresenta un grosso problema. I sistemi di cifratura utilizzati dai telecomandi, infatti, possono essere captati. Per riuscire nel furto basta un computer portatile e una scheda Arduino, acquistabile al prezzo di circa 40 euro. Stando a circa 100 metri di distanza dal veicolo bisogna captare, per una sola volta, il segnale inviato dal telecomando e il gioco è fatto.

Rubare un’auto: serve sempre meno tempo

Se nel 1993 per rubare un’automobile occorrevano circa 9 minuti. Oggi servono 14 secondi. Basta possedere un comune dispositivo che interferisca con il segnale di apertura e chiusura del veicolo. Si è calcolato che circa il 20% dei furti di auto in Italia avvenga con i nuovi sistemi e cioè senza effrazione.

Catturando il codice del telecomando è, come abbiamo già detto in precedenza, facilissimo. Entrare in macchina e mettersi al volante richiede pochi attimi. Poi non resta che smistare la vettura verso l’Est Europa e il gioco è fatto.

Rubare un’auto: la tecnica

La tecnica utilizzata per rubare le vetture è molto semplice. Il criminale si apposta in un luogo molto frequentato e aspetta che un possibile malcapitato scenda dalla propria auto. Se il criminale scherma il segnale del telecomando quando il proprietario lo utilizza per chiudere la macchina, la vettura rimane aperta.

Il consiglio, quindi, è quello di controllare sempre se l’automobile sia effettivamente chiusa dopo aver utilizzato il telecomando e prima di allontanarsi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tutela consumatori, Curiosità, Quattroruote, Truffe