Ritardi o soppressioni treni Trenitalia: ecco come richiedere rimborso ed indennizzo e a quanto ammontano

Informativa Trenitalia: rimborsi del 50 e del 100% causa neve, ritardi e soppressioni. Ecco come richiedere l'indennizzo ed il rimborso.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Informativa Trenitalia: rimborsi del 50 e del 100% causa neve, ritardi e soppressioni. Ecco come richiedere l'indennizzo ed il rimborso.

Il maltempo e la neve sono arrivati in tutta Italia da Nord a Sud. La perturbazione che arriva dalla Siberia nella giornata di ieri ha provocato molti disagi alla circolazione sopratutto a Roma ed ha costretto molte scuole a restare chiuse. Ci si chiede però cosa succede se per colpa del tempo avverso i treni vengono soppressi o subiscono ritardi. Ecco le info per quelli Trenitalia.

Rimborsi Trenitalia per neve di ieri

Comunichiamo che Trenitalia ha annunciato, in merito ai ritardi che hanno colpito tutti i treni ieri a causa della neve, che vi sarà il 50% di rimborso sul prezzo del biglietto per chi ha viaggiato ed il 100% per chi invece ha deciso di non partire. Infine chi sarà giunto a destinazione con un ritardo superiore alle tre ore, riceverà da Trenitalia il rimborso integrale del biglietto, anziché l’indennità del 50% prevista dalle normative europee, ecco il link promozionale.

Trenitalia: ecco le info sul rimborso e sugli indennizzi

Nel caso si rimanga vittima di ritardi di treni Trenitalia è possibile richiedere un indennizzo del 25% dell’importo del biglietto per alcune tipologie di treni ovvero quelli Frecciargento, i Frecciabianca e i Frecciarossa. Il ritardo però dovrà essere tra i trenta ed i cinquantanove minuti.

Per gli altri tipi di treni nazionali comprese anche le Frecce, l’indennizzo del 25% dell’importo del biglietto si avrà anche se il ritardo è compreso tra i sessanta ed i centodiciannove minuti. Infine si avrà un indennizzo del 50% per tutte le tipologie di treni se il ritardo sarà superiore ai centoventi minuti. Ricordiamo che, a seconda della tipologia del treno che si prenderà (tipo Freccia, regionale o altro), la modalità per poter richiedere il rimborso varierà.

Modalità indennizzo Trenitalia

Sui treni Intercity, Frecciargento, Frecciarossa e Frecciabianca il rimborso si potrà richiedere entro dodici mesi dalla data del viaggio e ciò presso le biglietterie di stazione, presso l’agenzia di viaggio nella quale si acquistato il ticket, online mediante il form di Trenitalia e quindi sul sito o infine mediante call center (solo per i biglietti acquistati mediante carta di credito). Non saranno mai riconosciuti indennizzi pari o inferiori alla cifra di 4 euro.

Per quanto concerne i treni regionali di Trenitalia ma non quelli TreNord, la richiesta di indennizzo potrà essere prelevata dal sito internet o nelle biglietterie di stazione. Si dovrà poi inviare la stessa compilata (con incluso biglietto originale obliterato all’andata e all’arrivo o il cartaceo di quello elettronico la cui validazione chiesta sarà quella sul treno) alla Direzione Regionale della località di destinazione del viaggio per posta. La Direzionale Regionale, poi, nell’arco di un mese dalla data di ricevimento della domanda, invierà la documentazione da presentare per richiedere il rimborso in denaro. Anche in questo caso non saranno riconosciuti quelli pari o inferiori a quattro euro, ecco il link Trenitalia.

Rimborso integrale biglietto

Qualora ci sia un impedimento importante alla partenza, si potrà richiedere il rimborso totale del biglietto alla biglietteria di stazione. Qualora il ticket sia stato acquistato online sul sito Trenitalia o mediante call center senza essere stato ritirato, si potrà richiedere il rimborso senza alcuna trattenuta chiamando il call center o compilando il form di Trenitalia. Per info più dettagliate, ecco la pagina web di Trenitalia.

Leggete anche: Elezioni 4 marzo 2018: sconti Trenitalia, Italo, Alitalia e nave fino al 70%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Viaggi, Viaggi