Risparmiare sulle spese del condominio: ecco come fare

Si tratta di una voce di spesa spesso piuttosto importante: ecco come risparmiare sulle spese del condominio.

di , pubblicato il
Si tratta di una voce di spesa spesso piuttosto importante: ecco come risparmiare sulle spese del condominio.

Perché un articolo su come risparmiare sulle spese condominiali? La risposta è semplice: si tratta di una cifra che a volte può anche superare i 1000 euro annui e che riguarda circa 20 milioni di italiani. L’Italia, infatti, rappresenta un paese ad alta presenza di condomini, per cui si tratta di un capitolo di spesa che riguarda davvero un gran numero di persone. Certo, siamo abituati a pagare questa somma, ma è anche vero che, se è possibile risparmiare, perché non informarsi a dovere? Il sito immobiliare.it ha proposto una serie soluzioni per cercare di abbattere quanto più possibile i costi del condominio (afferenti, ovviamente, alle spese comuni).

Detrazioni fiscali, bonus e incentivi per il risparmio energetico

Il primo elemento che segnaliamo riguarda la conoscenza attenta della normativa concernente i bonus e e le detrazioni per il risparmio energetico – si tratta di un modo importante per risparmiare sui costi comuni del condominio:

  1. bonus condomini 2020: qualora si volessero mettere in campo interventi in vista del miglioramento della classe energetica dello stabile, è possibile richiedere direttamente uno sconto sul prezzo di vendita, piuttosto che una detrazione delle spese nei prossimi 10 anni e
  2. bonus unico (ecobonus più sismabonus): a seconda della riduzione della classe di rischio, il bonus unico permette ai contribuenti di accedere a detrazioni importanti che vanno dall’80% all’85%.

Riscaldamento centralizzato e corrente elettrica: come ridurre le spese condominiali

Per quanto concerne il riscaldamento centralizzato, occorre installare i cosiddetti contabilizzatori di calore su ognuno dei termosifoni. Il motivo è che, in questo modo, ogni utente è per certi versi obbligato a un comportamento responsabile, dal momento che la voce sulla bolletta è connesso ai consumi effettivi, contabilizzati per ogni unità abitativa.

Facciamo qualche esempio: si può abbassare o chiudere le valvole, qualora la temperatura esterna sia elevata o non si voglia il riscaldamento per alcune ore; si può aprire le finestre soltanto per il tempo necessario per cambiare l’aria, in maniera tale da non raffreddare troppo gli ambienti.

Un’altra possibilità per risparmiare sui costi condominiali, in questo caso per la corrente elettrica, potrebbe essere l’installazione di interruttori a tempo in androni, scale e cantine, luoghi di passaggio, nei quali spesso le luci restano accese per ore inutilmente.

Condivisione wi-fi e non solo

La parola condivisione fa rima con la parola risparmio. Una possibilità per risparmiare sui costi individuali potrebbe essere quello di installare un contratto internet per tutto lo stabile: i costi si potrebbero abbattere del 40%, garantendo contemporaneamente la presenza del wi-fi in ogni angolo dello stabile. Esistono, poi, soluzioni come il social shopping, cioè accordi stipulati dal condominio con i commercianti della zona, in maniera tale da ricevere sconti e vantaggi.

Leggete anche: Risparmiare circa 1378 euro si può grazie alla “52 week money challenge”

[email protected]

Argomenti: ,