Risparmiare sulla macchina del caffè: ecco come

Il lockdown ha fatto aumentare l'interesse per le macchine da caffè: ecco quali scegliere per avere un buon rapporto qualità-prezzo.

di , pubblicato il
Il lockdown ha fatto aumentare l'interesse per le macchine da caffè: ecco quali scegliere per avere un buon rapporto qualità-prezzo.

QualeScegliere.it, la controllata dal Gruppo MutuiOnline S.p.A. che aiuta gli utenti a comparare le offerte, ha svelato i migliori modelli presenti sul mercato di macchine del caffè evidenziando le loro caratteristiche in modo tale da poterle scegliere in considerazione delle proprie esigenze.

Il lockdown e l’interesse per le macchine da caffè

Il caffè al bar è un rito a cui nessuno vuole rinunciare ma la chiusura dei bar e dei ristoranti a seguito del lockdown ha cambiato di fatto le abitudini degli italiani. Ciò ha inciso molto sull’intera filiera del caffè espresso che vale circa 5 miliardi di euro e si avvale di quasi 10 mila addetti.

Con i bar chiusi, quindi, in molti hanno deciso di acquistare una macchina del caffè per poter gustare quest’ultimo come al bar. Ma quali modelli preferire? QualeScegliere.it ha effettuato per questo uno studio comunicando i punti di forza e di debolezza di tali apparecchi nonché il rapporto qualità-prezzo.

Come scegliere una macchina del caffè

Il caffè, candidato a patrimonio dell’Unesco, è una delle bevande più amate dagli italiani. Ma come scegliere la macchina giusta per prepararlo in casa senza sprecare denaro inutile? Ebbene, la prima cosa da tenere a mente, comunica QualeScegliere.it, è lo spazio che si ha a disposizione in casa. Tra ottobre e dicembre le macchine più cercate sul portale di comparazione sono state le semi-automatiche che sono quelle che sfruttano una pompa elettrica per raggiungere il livello di pressione migliore. Richiedono però che si intervenga manualmente per riempire il filtro, per pressare il caffè e per agganciare il porta-filtro. Insomma le operazioni che si compiono sono le stesse che si fanno al bar. C’è però una nota negativa: il prezzo. Costano di più di quelle a capsule ma il vantaggio è che oltre al caffè con esse si può preparare anche il cappuccino ed il tè.

Caricarle, però, come detto, richiederà tempo maggiore perché il caffè è in polvere.

QualeScegliere.it ha decretato dopo averla testa come migliore macchinetta per il caffè la De’Longhi Dedica EC685.W. Con essa è possibile preparare non solo l’espresso in tazza singola o doppia (anche con cialda) ma anche il cappuccino, la tisana o il tè. Il miglior rapporto qualità-prezzo è stato riconosciuto alla De’Longhi EC 201.CD. Spendendo circa 90 euro si può comprare un prodotto compatto e dotato anche di cappuccinatore.

Le macchine per il caffè

Le ricerche per le macchine automatiche per il caffè sono inferiori, circa 25 mila tra ottobre e dicembre, in quanto sono cercate solo dai veri amanti dell’espresso. Queste macchine sono più grandi e costose ma garantiscono più freschezza e la possibilità di usare sia i chicchi che la polvere del caffè. Inoltre con esse si possono fare anche cappuccini, latte macchiato, caffè lungo e tisane. Le macchine più diffuse, però, sono quelle a capsule. Sono infatti più piccole e veloci. Costano poi di meno rispetto a quelle indicate.

Le ricerche tra ottobre e dicembre scorso sono state circa 22 mila ed il testa a testa è stato tra Nespresso e Lavazza. Nel dettaglio QualeScegliere.it ha testato la “Lavazza A Modo Mio Jolie 18000070” che è stata la più cercata sul portale dandole un punteggio di 7,2 su 10 e la “De’Longhi Nespresso Essenza Mini EN 85” ritenuta dal test la migliore con un punteggio di 8,5 su 10. La macchina con il miglior rapporto qualità-prezzo è stata decretata la “Lavazza A Modo Mio Tiny 18000191” acquistabile a partire 50 euro circa.

Uomini o donne: chi ha cercato più notizie sul caffè?

Dall’analisi di QualeScegliere.it emerge infine che le persone più interessate nell’acquisto di macchine per il caffè nell’anno appena passato sono stati gli uomini con 70 mila ricerche tra ottobre e dicembre contro le 45 mila ricerche delle donne.

Per quanto riguarda le fasce di età, il 52% delle ricerche è stata fatta da coloro che hanno tra i 25 ed i 44 anni seguiti da coloro che hanno tra i 45 ed i 54 anni con circa 20 mila ricerche. Le visite più basse risultano essere quelle dei giovanissimi fino a 24 anni e degli over 65.

Potrebbe interessarti: Risparmiare è un’impresa? Non è detto: ecco 7 piccoli trucchi e una regola aurea

[email protected]

Argomenti: ,