Risparmiare sul conto corrente: ecco alcune semplici mosse

Ecco alcune semplici mosse per risparmiare sul conto corrente.

di , pubblicato il
Ecco alcune semplici mosse per risparmiare sul conto corrente.

Il conto corrente è uno strumento bancario che aiuta a gestire il proprio risparmio. Esso offre vari servizi che aiutano a risparmiare non soltanto soldi ma anche tempo. Ecco allora alcune semplici mosse per risparmiare sulle operazioni quando lo si utilizza e come godere di super offerte.

Conto corrente: il primo suggerimento per risparmiare

Chi cerca una soluzione low cost potrà optare per il conto corrente online.

Tale tipologia di conto, infatti, consente un risparmio maggiore rispetto a quello tradizionale che alle volte può costare anche cento euro all’anno. Molti conti online, infatti, sono a costo zero. Questo significa che non c’è da pagare alcun canone mensile o delle spese sui bonifici, che il prelievo allo sportello è gratuito così come sono gratuiti anche i pagamenti delle bollette. Inoltre, c’è la possibilità di chiedere anche la carta di credito o quella di debito a costo zero.

È possibile, poi, comparando le varie offerte di conti corrente online, scovare delle Banche che pagano esse stesse l’imposta di bollo. Vi sono però anche dei contro per l’apertura dei conti online. È possibile infatti che poi vi siano dei costi molto alti quando si opera allo sportello. Questo perché le Banche prevedono che le operazioni si svolgano prevalentemente in modalità online. Qualora ci si rivolga alla Banca per effettuare un bonifico, ad esempio, il suo costo potrebbe essere alto.

Il secondo suggerimento per risparmiare con il conto corrente

Il secondo suggerimento per risparmiare sul conto corrente è quello di optare per uno a pacchetto. Che significa? Ebbene pagando una cifra mensile o annuale sarà possibile poi effettuare tutta una serie di operazioni extrabancarie e bancarie senza spendere nulla. Ovviamente prima di aprire tale tipo di conto si dovrà leggere con attenzione il foglio informativo in quanto il bonifico estero e lo scoperto sul conto potrebbero essere cari.

Terzo suggerimento prima di aprire un conto corrente

Prima di aprire un conto corrente per risparmiare, oltre a conoscere con esattezza a quanto ammonta il canone mensile, si dovrà controllare il bollo.

Esso, come si sa, ammonta a 34,20 euro all’anno se si ha una giacenza media che supera i 5.000 euro. Si potrebbe infatti trovare una Banca che la paghi al posto del cliente. E poi ovviamente prima di aprire il conto corrente se ne dovranno comparare vari. Quello a costo zero, per esempio, sarà l’ideale. Non lo si dovrà, però, confondere con quello azzerabile in cui per beneficiare dello sconto sarà necessario rispettare alcune regole come il numero di operazioni prefissate. Si dovrà poi valutare quanto costa un bonifico in quanto in alcune Banche il costo arriva fino a 8 euro ed infine se ci sono commissioni sui prelievi.

E infine

L’ultimo consiglio è quello di controllare almeno una volta al mese l’estratto conto. Questo per stare al sicuro da eventuali clonature della propria carta nonché per restare aggiornati sulle condizioni del proprio conto. E ancora, si dovrà valutare come alternativa un conto corrente online ed eliminare dei servizi inutili come ad esempio l’opzione trading online se essa non ci serve.

Leggete anche: Conto corrente 2019: quali sono i più convenienti per tutti, per i giovani e a costo zero.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.