Risparmiare su bollette luce e gas: come leggere le etichette energetiche e valutare le offerte

Un piccolo vademecum su come risparmiare sulle bollette di luce e gas: fondamentale saper leggere le etichette energetiche, valutare le offerte dei fornitori e adottare uno stile di vita differente.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Un piccolo vademecum su come risparmiare sulle bollette di luce e gas: fondamentale saper leggere le etichette energetiche, valutare le offerte dei fornitori e adottare uno stile di vita differente.

Possiamo partire da un dato dell’Adiconsum, secondo il quale i consumi che si generano dagli elettrodomestici sono in grado di impattare sulle bollette di luce e gas per l’80%. In questo articolo, cerchiamo di spiegare come riuscire a risparmiare, mettendo in campo tre elementi: il primo riguarda la lettura delle etichette energetiche; il secondo concerne la capacità di saper valutare con attenzione le differenziate offerte degli operatori; la terza riguarda la capacità di costruire uno stile di vita differente.

Come leggere le etichette energetiche e risparmiare sulle bollette di luce e gas 

Il primo elemento riguarda la capacità di leggere e comprendere le etichette energetiche. Se si intende acquistare un nuovo elettrodomestico, può essere utile sapere – ad esempio – che un frigorifero ad alta efficienza energetica consente di risparmiare fino al 50% dei consumi connessi all’utilizzazione di tale elettrodomestico. I prodotti a più basso consumo energetico – i più efficienti e quelli che permettono di risparmiare maggiormente – sono quelli che presentano, sull’etichetta, A+, A++ e A+++. Il primo consiglio è di acquistare prodotti di questo tipo: costano un po’ di più, ma il risparmio sul lungo periodo è davvero notevole.

Da ricordare, inoltre, che dal 2019, cambieranno le etichette energetiche a seguito dell’approvazione di un nuovo regolamento da parte del Parlamento Europeo: saranno abbandonate le sigle con la lettera A e i ‘+’, e le categorie saranno esemplificate: si partirà dalla semplice lettera ‘A’, che segnala la massima efficienza e dunque il massimo risparmio, fino alla lettera ‘G’, minore efficienza e maggiore spesa.

Come farsi aiutare dai comparatori online di offerte su bollette di luce e gas

Un secondo modo per risparmiare sulle bollette di luce e gas è quello di cercare l’offerta migliore e che si attaglia maggiormente alle nostre esigenze e abitudini. Il mercato libero nelle forniture di corrente elettrica e gas ha fatto sì che si moltiplicassero le offerte e le promozioni da parte di differenti aziende erogatrici. Il consiglio è quello di valutare con attenzione ogni offerta, mediante l’utilizzazione dei comparatori online, che permettono con un colpo d’occhio di capire bene le caratteristiche di ogni promozione. Attenzione, comunque: il nostro consiglio resta sempre lo stesso, affidarsi come ad aziende leader del settore.

Adottare uno stile di vita diverso per risparmiare sulle bollette di luce e gas

Bastano poche semplici abitudini per abbattere i consumi e risparmiare sulle bollette di luce e gas. Qualche esempio:

  • Non lasciare in stand by gli elettrodomestici e soprattutto il televisore: il ‘puntino’ rosso della tv consuma moltissimo, se immaginiamo che 10 è il consumo per la visione di 3 ore, per le restanti 21 che è in stand by consuma altrettanto
  • Spegnere immediatamente le luci quando si esce da una stanza e prediligere lampade a LED, il risparmio è notevole
  • Per quanto concerne il gas, fare attenzione soprattutto di inverno se si ha il riscaldamento autonomo: utilizzare le termovalvole, che permettono la regolazione del calore e soprattutto di poter accendere il riscaldamento soltanto in alcune stanze, può produrre effetti davvero positivi sui consumi.

Leggete anche: Stangata scuola settembre 2018: ecco qualche consiglio per risparmiare.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Risparmiare, Utenze domestiche