Come risparmiare soldi senza rinunciare a nulla: le regole auree dopo gli eccessi del Natale

Conto in banca in rosso? Vorresti risparmiare soldi ma non riesci? Ecco le regole auree per una spesa più consapevole, contro gli sprechi superflui.

di , pubblicato il
Truffa spoofing: l'ultima vittima è l'intestataria di una Postepay che si rivolge all'Abf e riesce a ottenere il risarcimento.

Il periodo natalizio è uno di quelli in cui si spende maggiormente e si rischia di ritrovarsi con il conto in rosso: si tratta, però, di un breve periodo in cui tutto è permesso. Ma come risparmiare soldi nella vita quotidiana?

Come riuscire a mettere soldi da parte (magari per un acquisto futuro importante) giorno dopo giorno senza rinunciare a nulla? Ecco i consigli e le regole auree su come regolarsi con il proprio portafogli.

Risparmiare è uno stile di vita e non significa essere ‘tirchi’: vi spieghiamo perché.

Aspettare è bene, risparmiare soldi è meglio

Iniziamo dagli acquisti online: risparmiare comprando dai siti internet sembra essere una regola da seguire.

Eppure, occorre considerare un aspetto di carattere ‘psicologico’: effettuare acquisti online è estremamente semplice e non dà l’impressione di spendere davvero; significa che spesso compriamo cose che in realtà non servono o sono il desiderio di un momento non reale, non effettivo. Ebbene, quando siamo attratti da un prodotto online, attendiamo almeno 2 giorni prima di effettuare l’acquisto: avremo il tempo di capire se si tratta davvero di una ‘cosa’ a cui non possiamo rinunciare (e avrete belle sorprese!).

Lavoro – pranzare fuori quotidianamente e prendere l’auto

Una delle voci di spesa che pesa maggiormente sul bilancio mensile è sicuramente quello relativo ai pasti nella pausa pranzo: ebbene, se si va quotidianamente a mangiare fuori, il costo è comunque elevato, se invece si decide di portarsi il pranzo da casa, risparmiare diverrà un gioco da ragazzi. Fate due conti e capirete che vi potrete permettere un bel po’ di cose risparmiando su questa voce di spesa.

E poi c’è la questione dell’utilizzazione dell’auto per andare a lavoro.

Se si fanno due conti semplici, si può notare come il costo della benzina per spostamenti quotidiani sia piuttosto elevato: se si ha la possibilità di utilizzare i mezzi pubblici o il più antico mezzo che possediamo – i piedi – allora il risparmio potrà essere notevole. In più fare un po’ di movimento, giova enormemente alla salute. Due piccioni con una fava!

Pianificazione e banche, come risparmiare soldi

E poi c’è la tecnologia. Se si ha difficoltà nell’autocontrollo delle spese, ecco che sono state sviluppate delle applicazioni (ad esempio Wally, Mint, Acorns) che permettono di pianificare il budget di spesa con relativi avvisi quando si sfora la cifra stabilita. In questo senso, un altro consiglio è quello di controllare frequentemente l’estratto del conto corrente e della carta di credito, in maniera tale da essere consapevoli di quanto si sta spendendo. La consapevolezza è il primo necessario passaggio per uno stile di vita più economo!
Mai effettuare prelievi da banche che non appartengono al nostro circuito: insomma, evitare inutili spese di commissione. Può sembrare una sciocchezza, ma a lungo andare la spesa oltre ad essere inutile può divenire consistente.

Fornitura elettrica

Una voce di spesa sulla quale è possibile risparmiare notevolmente è quella riguardante la fornitura elettrica. Bastano pochissime regole: innanzitutto, utilizzare lampadine a basso consumo (LED), più costose all’acquisto, ma di grandissima durata e che permettono notevoli risparmi sul lungo periodo; in secondo luogo, acquistare elettrodomestici (quando dobbiamo cambiarli) con categoria di efficienza energetica almeno a partire da A+; infine, staccare le spine elettriche di televisori, computer decoder e così via – lo stand-by degli elettrodomestici pesa sulla bolletta più di quanto possiamo immaginare.

[email protected]

Argomenti: ,