Come risparmiare con il conto corrente: alcune semplici regole

Ecco alcune semplici regale su come risparmiare con il conto corrente, le info e i consigli.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco alcune semplici regale su come risparmiare con il conto corrente, le info e i consigli.

Purtroppo i costi del conto corrente non sono fissi in quanto ogni Banca li decide autonomamente. Ecco, allora, alcuni pratici consigli per evitare di sprecare soldi inutilmente, risparmiare sui costi del conto ed evitare di incorrere in piccole spese alle volte tenute nascoste dalla Banca.

Come risparmiare con il conto corrente: bonifici e bollette

  • non fate i bonifici allo sportello. Fatti online, infatti, sono gratuiti e, alle volte, possono costare tra i cinquanta centesimi e l’euro. Allo sportello, invece, il costo lievita e può arrivare fino a 5 euro.
  • non pagate le bollette allo sportello in quanto vi è sempre una commissione da pagare che alle volte può arrivare fino ai 2 euro. La domiciliazione bancaria delle utenze invece è gratuita.
  • pagare le bollette online con la carta di credito, invece, potrebbe costare in quanto alcune Banche si fanno pagare questo tipo di operazione. Quindi, prima degli eventuali pagamenti, consultate sempre la vostra Banca.

Occhio a prelievi e rosso sul conto

  • non prelevate da sportelli ATM di altre Banche in quanto potrebbero scattare delle commissioni anche se i prelievi dovrebbero essere gratuiti da tutti gli ATM anche esteri. Vi sarà però un limite oltre il quale essi si pagheranno per cui è necessario chiedere alla Banca quale esso sia.
  • non richiedete saldo e movimenti allo sportello in quanto tale operazione potrebbe costarvi tra i 2 e i 3 euro. Facendo tale operazione online, invece, non si pagherà nulla.
  • infine, qualora il conto dovesse andare in rosso, vi consigliamo di fare attenzione alle rate del mutuo in quanto la Commissione d’Istruttoria potrebbe superare i 50 euro più tasso passivo del mutuo.

Controllate sempre mail ed estratto conto

  • consultate sempre la vostra e-mail in quanto gli aumenti di un qualsiasi prodotto potrebbero arrivare tramite posta elettronica annunciandovi semplicemente la modifica del precedente contratto.
  • suggeriamo di fare un estratto conto alla fine dell’anno o anche del mese per capire quanto si è speso e per effettuare poi degli eventuali reclami qualora non vi troviate con la cifra. Richiederlo avrà un costo mentre online sarà gratuito.

Potrebbe interessarti anche: Buoni fruttiferi postali di Poste Italiane: la nuova offerta 3 anni plus con un rendimento dello 0,70%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente