Rimborso biglietti aerei, treni, alberghi, pacchetti turistici: vacanze 2021

Ecco le regole di rimborso per le vacanze 2021 per biglietti aerei, alberghi, viaggi fai da te e pacchetti turistici diramati dall'Unione Nazionale Consumatori.

di , pubblicato il
rimborso biglietti aerei treno

La scorsa estate a seguito della pandemia c’è stata una flessibilità maggiore in merito al rimborso dei biglietti aerei, treni, alberghi, pacchetti turistici e viaggi fai da te. Anche per le vacanze 2021 ci saranno delle agevolazioni nel caso di quarantena obbligatoria. EasyJet, ad esempio, in caso di quarantena o lockdown darà la possibilità di modificare il proprio viaggio gratuitamente. Ecco allora le informazioni in merito e i suggerimenti dell’Unione Nazionali Consumatori.

Rimborso biglietti aerei e treno per le vacanze 2021

L’unione Nazionale Consumatori comunica che anche per le vacanze 2021 (compresa l’estate che sta arrivando) vige la solita regola. Se le vacanze saranno annullate a seguito di nuove restrizioni comunitarie o per volere dei paesi, il consumatore avrà diritto ad un voucher o al rimborso dei biglietti. Se invece sarà il consumatore a non voler partire per paura, allora l’altra parte non sarà tenuta a riconoscere rimborso, voucher o altri tipi di compensazione.
Per quanto riguarda Alitalia, la compagnia aerea italiana comunica che per l’evoluzione della diffusione del Covid-19 darà la possibilità di modificare la prenotazione del viaggio o chiedere il rimborso del biglietto o di quello MilleMiglia. Nel caso si rinunci volontariamente al viaggio non si avrà invece diritto al rimborso se non con tariffe rimborsabili o flessibili.

Per quanto concerne Trenitalia dalla pagina ufficiale emerge che il rimborso integrale biglietti per Frecce, Eurrocity ed Intercity, ci sarà indipendentemente dalla tariffa. Ciò in caso di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva e nel caso di divieto di permanenza in alcune zone di contagio.

Rimborso biglietti aerei Ryanair ed EasyJet

EasyJet ha comunicato che darà la massima flessibilità nel caso in cui il viaggio sia impattato da divieto o lockdown. Si potrà modificare il volo gratuitamente anche in data successiva in qualsiasi momento fino a due ore prima della partenza. Si potrà inoltre optare per un rimborso o voucher anche se il volo è ancora operativo. Tale opportunità si applicherà fino al 30 settembre 2021. Ryanair ha lanciato invece la Zero Change Fee grazie alla quale si potranno effettuare fino a due cambi di voli fino al 31 dicembre 2021.

Le modifiche ai voli, però, dovranno avvenire almeno con sette giorni di anticipo dalla data di partenza.

Rimborso alberghi e viaggi fai da te 2021

La Federalberghi comunica che chi si trova in isolamento fiduciario o in quarantena dovrà avere il rimborso al 100% della prenotazione alberghi. Anche se ci si ammala 48 ore prima di poter arrivare a destinazione dopo aver pagato, si avrà diritto al rimborso al 100%. L’Associazione consiglia però di inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno spiegando la situazione ed allegando il certificato medico che attesta quarantena/malattia e chiedendo il rimborso.

Per quanto concerne i viaggi Fai da te, l’Unione Nazionale Consumatori suggerisce di scegliere sempre tariffe che permettano la cancellazione o la variazione della data di partenza. Ovviamente per tale opzione il costo è più alto ma in questo periodo la flessibilità è importante. Sarebbe poi opportuno chiedere alla struttura che flessibilità c’è in caso di annullamento per emergenza sanitaria.

Rimborso pacchetti turistici 

L’unione Nazionale Consumatori in merito ai pacchetti turistici e quindi prenotazioni fatte mediante tour operator e agenzie di viaggio comunica che saranno questi ultimi a fornire tutte le informazioni. Dovranno quindi informare il cliente di eventuali tamponi, green pass o se nel posto in cui si va ci sono regole particolari di viaggio. In quest’ultimo caso sarebbe opportuno optare per una polizza per disdetta alla quale però bisognerà prestare la massima attenzione. Si dovrà leggere per bene il contratto e assicurarsi che la polizza preveda la malattia ad esempio non solo di se stessi ma anche quella del familiare.

Leggi anche: EasyJet rimborso garantito anche in caso di lockdown o quarantena obbligatoria
[email protected]

Argomenti: ,