Rimborsi bollette a 28 giorni: saranno scontati in fattura? Perché è importante il 23 giugno 2017?

La proposta dell'Agcom è quella dei rimborsi delle bollette in fattura. Tim, Vodafone, Tre Italia-Wind e Fastweb lo faranno davvero? Perché è importante il 23 giugno 2017?

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
La proposta dell'Agcom è quella dei rimborsi delle bollette in fattura. Tim, Vodafone, Tre Italia-Wind e Fastweb lo faranno davvero? Perché è importante il 23 giugno 2017?

Il Tar in una precedente sentenza ha chiesto di sospendere i rimborsi derivanti dalla fatturazione a ventotto giorni in quanto, senza una certezza effettiva, si sarebbero potuti mettere a repentaglio i bilanci di Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb. L’Agcom ha però cercato di risolvere il problema diffidando i quattro gestori. La proposta? Quella di scontare i consumi dei giorni in più dalla prossima fattura.

Agcom e la diffida

L’Agcom ieri ha inviato delle diffide a Tim, Vodafone, Wind-Tre Italia e Fastweb per non aver adottato immediatamente la fatturazione mensile. Se dal 23 giugni 2017, infatti, le quattro compagnie telefoniche si fossero adeguate al ciclo mensile, allora le bollette avrebbero coperto fino al 22 luglio ma ciò non è accaduto. Le bollette si sono infatti fermate ai ventotto giorni ed hanno coperto solo fino al 20 luglio con due giorni di erosione. Stesso discorso per i mesi successivi.

La proposta di Agcom

Agcom ha come obiettivo quello di non rimandare di troppo il rimborso dei giorni erosi e fa un esempio per velocizzare i tempi. Nel caso in cui i giorni da scontare siano 15, la fattura invece che partire da 1 aprile, dovrebbe partire dal 16 e arrivare al 15 maggio. I primi quindici giorni, quindi, dovrebbero essere gratuiti per i clienti, perché già pagati.

Secondo l’Agcom quello dello sconto è un ottimo metodo in quanto Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb non dovranno fare calcoli complicati e posticipare soltanto la fattura al cliente. Fatta velocemente, poi, tale pratica potrebbe aiutare anche coloro che vogliono passare ad un altro operatore ma hanno paura di perdere così il rimborso o di doversi avvalere della legge per reclamare ciò che gli spetta.

Rimborsi bollette: perché è importante il 23 giugno?

Il 23 giugno 2017 è una data fondamentale per il ritorno alla fatturazione mensile. In quel giorno, infatti, l’Agcom aveva diffidato Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb a non andare avanti con le bollette a ventotto giorni. Appello non ascoltato. Ora arriva la nuova diffida che chiede di scontare immediatamente i giorni pagati in più dai clienti. Sarà la volta buona? I consumatori riusciranno ad ottenere un rimborso seppur minimo? Alla prossima puntata.

Leggete anche: Tim, Vodafone, Wind, Tre Italia e Fastweb obbligate a scontare gli aumenti in fattura? Arriva diffida Agcom.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telefonia&Internet, Offerte Fastweb, Offerte Tim, Offerte Tre, Offerte Vodafone, Offerte Wind

I commenti sono chiusi.