Rc auto, sconti polizza in arrivo per gli automobilisti virtuosi del Sud

Polizza Rc auto meno cara al Sud? Presto potrebbe essere realtà per gli automobilisti più virtuosi.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Polizza Rc auto meno cara al Sud? Presto potrebbe essere realtà per gli automobilisti più virtuosi.

Buone notizie per gli automobilisti disciplinati del Sud Italia. Un emendamento della Commissione Industria del Senato al Ddl Concorrenza ha previsto sconti sulla polizza Rc auto contratte dagli automobilisti più virtuosi, residenti nelle province del Meridione.

Tra Nord e Sud, come sappiamo, esiste spesso un abisso in termini di costo della medesima polizza assicurativa per gli automobilisti, a causa del più elevato tasso di incidenti nelle province meridionali del territorio nazionale. Eppure, a farne le spese sono spesso proprio gli automobilisti più virtuosi, i quali pur non avendo riportato incidenti negli ultimi anni, sono costretti ugualmente a subire una stangata da parte della compagnia assicurativa, per il solo fatto di risiedere in una provincia ad alto tasso di incidenti.

Divario Nord-Sud su costi polizze

L’emendamento del Senato cerca di correggere tale disparità, prevedendo un pari trattamento per chi possegga caratteristiche soggettive simili, indipendentemente dalla zona di residenza. Pertanto, un bravo automobilista napoletano potrebbe ritrovarsi presto a pagare quanto uno altrettanto disciplinato della Valle d’Aosta.

Almeno questo sarebbe l’intento. Vedremo nei fatti se così sarà. Attualmente, il presidente di Codacons, Carlo Rienzi, stima il divario medio tra una polizza stipulata al Nord e una stipulata al Sud del 220%. A Napoli, ad esempio, si paga 1.000 euro una polizza Rc auto che in Valle d’Aosta costerebbe appena 310 euro.

Scatola nera per ulteriori sconti

Le buone notizie potrebbero non finire qui. Al fine di ridurre il divario con il resto d’Europa, sempre al Senato è stato emendato il Ddl Concorrenza, sancendo la possibilità di ottenere ulteriori sconti in favore di chi sia disposto a installare la cosiddetta “scatola nera”, ovvero il geo-localizzatore satellitare, che consente alle compagnie di assicurazione di sapere in ogni momento dove si trova l’auto del cliente assicurato e accertarsi eventualmente della dinamica esatta del sinistro.

Grazie a questo sistema, non solo i furti sarebbero quasi impossibili, ma anche le truffe sarebbero di gran lunga ridotte, perché il geo-localizzatore parlerebbe chiaro sull’accaduto. Eppure, proprio Codacons non sembra convinta dell’obbligo di installazione della scatola nera, perché ciò avrebbe costi enormi a carico delle compagnie, che prima o poi sarebbero trasferiti proprio sull’utente finale.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Automobili, News Risparmio, Promozioni e Offerte, Polizze auto

I commenti sono chiusi.