Rate mutuo non pagate: ne bastano 7 per l’esproprio della casa?

Basteranno 7 rate del mutuo non pagate per procedere con l’esproprio della casa? La notizia sta facendo il giro del web e sta suscitando comprensibilmente allarmismo. Ma cosa c’è di vero?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il

casa-mutuo-esproprioA destare preoccupazione è la cancellazione del divieto del cd «patto commissorio» e cioè «il patto col quale si conviene che, in mancanza del pagamento del credito nel termine fissato, la proprietà della cosa ipotecata o data in pegno passi al creditore», attualmente previsto all’articolo 2744 del codice civile, ad opera del decreto legislativo sui finanziamenti ipotecari.

Sospensione rate mutuo, quando è ammessa

Quest’ultimo, nel recepire la direttiva europea 2014/17, è sulla carta finalizzato ad aumentare le tutele per i consumatori nei contratti di credito. Di fatto però il provvedimento agevola le vendite forzose degli immobili da parte delle banche rivoluzionando la normativa sui pignoramenti.

Superare il divieto di patto commissorio, non solo dà alle banche la possibilità di espropriazione forzate nel caso di 7 rate non pagate ma gli attribuisce anche la facoltà di vendere gli immobili espropriati a qualsiasi, pur di pervenire al recupero dei propri crediti, senza passare per la procedura esecutiva. A lanciare l’allarme per primi sono stati gli agenti immobiliari, ai quali hanno fatto eco alcuni esponenti dell’opposizione. Paolo Righi, presidente Nazionale Fiaip, ha lanciato un appello al Governo, ha lanciato un appello al governo per difendere i diritti dei proprietari di casa

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti, Garanzie mutuo, Rate mutuo