Qual è il miglior buono fruttifero postale del 2021?

Il miglior buono fruttifero postale di inizio 2021, quello che offre il rendimento annuo lordo più alto.

di , pubblicato il
Il miglior buono fruttifero postale di inizio 2021, quello che offre il rendimento annuo lordo più alto.

I buoni fruttiferi postali, prodotti di investimento emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti e collocati sul mercato da Poste Italiane, sono molto amati dagli italiani per 3 motivi. Il primo è che non hanno costo di sottoscrizione e rimborso, il secondo è che è possibile richiedere il rimborso del capitale investito quando si vuole ed il terzo è che hanno una tassazione agevolata al 12,50%. In questa prima metà di gennaio 2021 i titoli sottoscrivibili sono in tutto cinque senza contare quello per minori. Ma qual è il migliore, quello che offre il tasso più elevato?

Il miglior bfp di inizio 2021

Tra i migliori buoni fruttiferi postali di inizio 2021 c’è il 4×4 che, come si evince dal nome, è il prodotto ideale per chi vuole investire in lunghi periodo fino a 16 anni. Questo buono può essere sottoscritto solo dalle persone fisiche per multipli di 50 euro fino ad un massimo di 1 milione di euro al giorno.

Ha poi un rendimento che cresce nel tempo con interessi  che maturano ogni quattro anni. Quindi dopo il 4°, l’8°, il 12° ed il 16° dalla data in cui esso verrà sottoscritto. Gli interessi verranno corrisposti quando si chiederà il rimborso e mai prima del primo quadriennio. I buoni in generale, inoltre, saranno esenti dall’imposta di bollo se il valore del portafogli buoni sarà uguale o più basso di 5 mila euro mentre se questa cifra verrà superata allora verrà applicata un’aliquota dello 0,20% annua sul capitale investito.

I tassi del bfp 4×4 e le info sul rimborso

Il buono fruttifero postale 4×4 è quello che garantirà il tasso migliore. Quello effettivo di rendimento annuo lordo sarà dello 0,20% al compimento del 4° anno, dello 0,30% al compimento dell’8° anno, dello 0,40% al compimento del 12° ed infine dello 0,75% al compimento del sedicesimo anno.

Il rimborso del buono, infine, sarà diverso a seconda della sottoscrizione in formato cartaceo o dematerializzato. Nel primo caso avverrà per intero in un’unica soluzione in ogni momento di vita del buono. Nel secondo, invece, sarà il risparmiatore a decidere se ricevere l’importo in una soluzione unica o parziale per cifre uguali a 50 euro e multipli.

Potrebbe interessarti anche: Buono postale fruttifero di 2.000.000 lire Q/P: chiesti e ottenuti interessi maggiori

[email protected]

Argomenti: ,