Prodotti per la salute e la prevenzione: è boom di interesse tra gli italiani

Dai dati dell'Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.it emerge che negli ultimi tre anni vi è stato un boom di interesse da parte degli italiani per i prodotti per la salute e la prevenzione.

di , pubblicato il
Dai dati dell'Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.it emerge che negli ultimi tre anni vi è stato un boom di interesse da parte degli italiani per i prodotti per la salute e la prevenzione.

In occasione della Giornata Mondiale della Salute, l’Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.it (il comparatore di prezzi online leader in Italia), ha analizzato che dal 2016 al 2018 la spesa degli italiani ha avuto una maggiore inclinazione verso i prodotti indispensabili per la salute ed il proprio benessere.

Boom di interesse tra gli italiani per i prodotti per salute e prevenzione

Dai dati dell’Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.

it emerge che a partire dal 2016 il mercato dei coadiuvanti e degli integratori ha registrato un boom di interesse con oltre 6 milioni e 700 mila ricerche.

Nel dettaglio l’Osservatorio di Trovaprezzi.it ha analizzato che dal 2016 al 2018 la spesa degli italiani è cresciuta per quanto riguarda i prodotti indispensabili per il proprio benessere e la propria salute con oltre 10 milioni e 500 mila ricerche nel 2018. I prodotti più ricercati sono stati gli integratori ed i coadiuvanti ma anche quelli per la salute hanno riscosso un ottimo successo in quanto le ricerche sono passate da 1 milione e 600 mila a oltre 3 milioni e mezzo nel 2018. Il calo di ricerche, invece, si è avuto per i prodotti di erboristeria con una diminuzione del 24% nel 2018 seppure il numero di offerte su Trovaprezzi.it siano aumentate.

Il perché di tale successo e l’identikit dei consumatori di tali prodotti

L’Osservatorio Trovaprezzi.it comunica che il successo online del settore dedicato alla salute è confermato anche dall’aumento del numero delle offerte. Oltre a quelle del settore erboristeria con il 73% in più, vi sono state anche quelle del settore della salute e dei coadiuvanti. Apprendiamo poi che le maggiori consumatrici di tali prodotti sono le donne di età compresa tra i 35 ed i 44 anni con circa 7 milioni di ricerche totali nel 2018 contro 3 milioni e 600 mila ricerche degli uomini.

La geografia delle ricerche

Dall’analisi geografica si evince che le regioni più attive nella ricerca sono state la Lombardia con oltre 2 milioni e 600 mila ricerche ed il Lazio con 2 milioni e 100 mila ricerche. Tali regioni sono seguite poi dalla Campania e dall’Emilia Romagna mentre in fondo alla classifica, con il minor numero di ricerche, c’è la Valle d’Aosta.

Per quanto riguarda le città, invece, il testa a testa delle ricerche è di Milano e Roma.

Le ricerche del 2019

L’Osservatorio Trovaprezzi.it comunica che, per quanto concerne la categoria degli integratori e dei coadiuvanti, le ricerche dei primi mesi del 2019, complici gli sbalzi di temperatura e il cambio di stagione, sono state maggiormente per gli integratori alimentari del genere di “Armolid Plus compresse”, “Orac Spice a base di chiodi di garofano, pene nero, cannella e curcuma” nonché “Magnesio Supremo solubile”.

Tra i farmaci da banco più cliccati, invece, compaiono quelli per la cura e la prevenzione dell’influenza, l’alcool etilico, i prodotti per la micosi, le gocce per la sinusite di origine batterica e le compresse vaso-protettrici.

Vendita sul web di farmaci senza obbligo di ricetta

L’Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.it comunica che il commercio online dei farmaci è limitato ovviamente ai prodotti senza obbligo di ricetta. Tale vendita, però, è consentita soltanto alle farmacie e agli esercizi commerciali autorizzati alla vendita in Italia che ne hanno fatto richiesta. Si evince inoltre che, secondo i dati di aprile 2018 della Federfarma, le autorizzazioni (in tal senso) rilasciate dal Ministero sono state soltanto 550 per le farmacie e 100 per gli esercizi commerciali nonostante vi siano più di 19 mila farmacie, 4000 para-farmacie e 300 corner dentro i supermercati.

Per evitare infine di essere truffati con prodotti non autorizzati, l’Osservatorio Farmaci & Parafarmaci di Trovaprezzi.it, invita tutti a verificare sempre la presenza del Logo Comunitario sul web. Il marchio registrato, infatti, garantisce l’autorizzazione del Ministero della Salute.

Leggete anche: Farmaci: quasi tutti possono contenere ingredienti che possono causare allergie.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,