Prezzi luce di settembre ed il paradosso del momento

E' in corso una situazione anomala per quanto concerne i prezzi della luce: è il fornitore a rimetterci?

di , pubblicato il
E' in corso una situazione anomala per quanto concerne i prezzi della luce: è il fornitore a rimetterci?

L’ultimo aggiornamento dell’indice Selectra Sq evidenzia una situazione anomala. I prezzi all’ingrosso della luce al momento sono più alti rispetto a quelli per i consumatori finali. Quindi ci si chiede se è il fornitore a rimetterci e cosa potrebbe succedere nel tempo.

Situazione anomala prezzo luce del momento

Secondo quanto emerge dall’aggiornamento bimestrale dell’Indice Selectra SQ, ovvero l’indicatore che osserva l’andamento dei prezzi dell’energia, è in corso una situazione anomala. I prezzi dei consumatori finali sul mercato libero sono più bassi del 20% rispetto a quelli all’ingrosso. Questi ultimi sono quelli pagati dai fornitori sulla borsa elettrica per acquistare l’energia che poi arriva nelle nostre case.

Secondo l’analisi il prezzo medio delle diverse offerte commerciali si attesta attorno a 45 €/MWh, mentre il valore del PUN è di 10,5 €/MWh più alto. Per chi non lo sapesse per valore del PUN si intende il prezzo di riferimento dell’energia sulla borsa elettrica (il sistema organizzato di offerte, di vendita e di acquisto di energia elettrica).

La Selectra, , l’azienda che mette a confronto e aiuta ad attivare le offerte di luce, gas e internet, comunica inoltre che i prezzi dell’energia all’ingrosso durante il lock down sono scesi davvero molto mentre adesso stanno risalendo ed ora sono tornati ai valori di gennaio. Il prezzo, però, per coloro che ha un’offerta fissa è rimasto lo stesso e lo sarà fino alla scadenza dell’anno o dei due anni dal contratto (in base all’offerta sottoscritta).

Attenzione a non abbassare la guardia

La Selectra invita in ogni caso tutti i consumatori a non abbassare la guardia.

Le offerte del mercato libero, infatti, non sono tutte uguali per cui andranno comparate sempre e studiate. Alcune di esse potranno sembrare infatti di 2,5 volte più care ma potrebbero includere dei servizi aggiuntivi importanti (qualora servano davvero) come l’assistenza medica domiciliare, l’assicurazione o l’assistenza medica. Per capire tutti i servizi proposti da ogni fornitore si dovrà leggere a fondo la caratteristica dell’offerta e il foglio informativo.

Potrebbe interessarti: Come risparmiare sulle bollette di luce e gas in estate: attenzione ai condizionatori e altri consigli

[email protected]

Argomenti: ,