Prestito fotovoltaico Banca Sella: il finanziamento su misura per installare impianti fotovoltaici

Le offerte per la realizzazione di impianti fotovoltaici sono numerose: ecco le caratteristiche del prodotto di Banca Sella

di Redazione Finanza Personale, pubblicato il

Prestiti per impianti fotovoltaici

Nel nostro viaggio analitico sui finanziamenti personali, finalizzati e non finalizzati, disponibili nelle principali banche italiane, siamo atterrati sul Prestito Fotovoltaico di Banca Sella che, come d’altronde introdotto dallo stesso nome del prodotto creditizio, è un prestito utile per poter installare nella propria casa un impianto fotovoltaico, ad utilizzo privato, che produca energia elettrica pulita.

Finanziamento fotovoltaico Banca Sella

Il finanziamento può erogare importi fino al 100% delle spese da sostenere per garantirsi l’installazione dell’impianto fotovoltaico, comprensive dei costi di progettazione. Tra i pro e i contro di queste prime righe, scoviamo pertanto la positiva inclusione di tali oneri di realizzazione all’interno dell’importo finanziabile il quale, tuttavia, è limitato a 50 mila euro: una soglia massima che rispetto ad altri prodotti similari disponibili negli istituti di credito concorrenti di Banca Sella, appare poco elevata.

Prestito fotovoltaico Banca Sella durata

Per quanto riguarda la durata massima, questa è fissata in 15 anni, abbastanza sufficienti per garantire un’ottima dilazione dei pagamenti nel tempo. In gran parte dei prodotti resi disponibili in Italia dai competitors dell’istituto di credito in questione, il limite temporale massimo è stabilito in 10 anni.

Prestito fotovoltaico Banca Sella durata tasso interesse

Abbastanza neutri sono anche i riscontri per quanto concerne il tasso di interesse da applicare al capitale oggetto di finanziamento. Il prestito può essere regolato alternativamente con applicazione di un tasso di interesse variabile, o di un tasso di interesse fisso. Nella prima ipotesi – particolarmente adatta a chi ritiene di poter sfruttare andamenti decrescenti dei tassi di mercato, con conseguente riduzione dell’importo delle rate – al debito residuo andrà applicato un tasso di interesse pari all’Euribor a uno, tre o sei mesi (a seconda che il cliente opti per una periodicità mensile, trimestrale o semestrale nel pagamento delle rate), maggiorato di uno spread di 2,5 punti percentuali. Nell’ipotesi in cui il cliente opti per un tasso di interesse fisso, il piano di ammortamento sarà composto da una rata costante nel tempo, e da un’onerosità complessiva dell’operazione che sarà predeterminata fin dal momento della stipula. Attualmente il tasso nominale annuo è stabilito 7 punti percentuali. In entrambi i casi il tasso nominale annuo di mora prevede una maggiorazione di tre punti percentuali sul tasso nominale applicato.

Prestito fotovoltaico Banca Sella spese

Passiamo quindi ad esaminare le altre spese accessorie. Le commissioni anticipate da corrispondere all’erogazione, in virtù delle spese di istruttoria, sono pari allo 0,85% sull’importo erogato, con un minimo di 250 euro. Una cifra non troppo elevata, e che rimane di 15 basis points al di sotto del “tradizionale” onere pari a un punto percentuale sul capitale richiesto. In merito alla gestione del rapporto, sono previste spese di comunicazione delle scadenze delle rate variabili a seconda della tipologia di conto corrente sottoscritta presso la banca, con un massimo di 1,60 euro nell’ipotesi in cui si scelga di ricevere l’avviso di pagamento in via cartacea. Ordinarie sono anche le garanzie e la documentazione richiesta in sede di istruttoria, comprensiva della canalizzazione irrevocabile del contributo statale, e della cessione del credito in favore dell’istituto di credito, oltre alla sottoscrizione di una opportuna polizza all risks a copertura di tutti i danni diretti e indiretti all’impianto, inclusi quelli della perdita di profitto dovuta alla mancata vendita dell’energia.

Prestito fotovoltaico Banca Sella assicurazione

Oltre alla copertura assicurativa sopra esplicitata, il cliente potrà abbinare al finanziamento fotovoltaico di Banca Sella anche una polizza facoltativa denominata In Chiaro, che lo tutelerà in quelle sfortunate ipotesi in cui non riesca (a causa di una malattia, o di un infortunio) a produrre il reddito necessario per far fronte al pagamento delle rate oggetto del piano di ammortamento. L’importo del costo della polizza dipenderà principalmente dall’età e dal sesso dell’assicurato, dalla durata e dall’importo del finanziamento. Infine, sul fronte delle valutazioni qualitative, Banca Sella si impegna formalmente a fornire un responso dell’istruttoria entro 40 giorni dal ricevimento della documentazione completa, con erogazione del finanziamento entro un massimo di due mesi. Tempi abbastanza ampi, che ci auguriamo siano dei limiti estremi, notevolmente maggiori della prassi.

Prestito fotovoltaico Banca Sella opinioni

In conclusione, ci sembra di poter dire che il finanziamento fotovoltaico di Banca Sella non abbia grandi pecche, né punti oscuri da decifrare. La maggior parte delle condizioni sono quelle ordinariamente applicate dai principali concorrenti dell’istituto, comprese forme tecniche e entità dei tassi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti