Prestiti in Italia: i giovani fanno sempre più richieste

Secondo l'indagine "Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali" la corsa all'indebitamento riguarda soprattutto i giovani

di Redazione Finanza Personale, pubblicato il

Prestiti In Italia – Secondo una recentissima ricerca condotta in collaborazione tra il Censis e l’Unipol, sarebbero le fasce più giovani della popolazione italiana quelle più propense all’indebitamento, soprattutto per la necessità di far fronte ai propri investimenti attraverso un supporto creditizio, a causa di una insufficiente indipendenza monetaria, figlia soprattutto delle precarie condizioni lavorative in cui vertono milioni di giovani. Stando all’indagine condotta all’interno del report “Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali”, infatti, le giovani coppie sotto i 35 anni sarebbero tra i “leader” nella corsa all’indebitamento, contribuendo in tal modo ad alimentare le scrivanie di banche e finanziarie con nuove richieste di prestiti personali, soprattutto di importo medio-basso.

Indebitamento italiani

Come d’altronde abbiamo affermato in apertura, sono proprio le nuove generazioni quelle peggio contraddistinte da una situazione lavorativa ancora non consolidata, con contratti di lavoro subordinato oltre modo precari, o titolarità di posizioni autonome che mal celano rapporti gerarchici economicamente non sufficiente per garantire la sostenibilità dei propri progetti di vita. Non sorprende pertanto leggere tra le righe della ricerca che quasi 6 giovani su 10 non riescono a far fronte alle spese impreviste, poiché a fine mese non solo non riescono a mettere da parte alcunché (quasi 3 giovani su 10, in aggiunta a quelli di cui sopra), ma necessitano di un supporto bancario per coprire le spese non strettamente necessarie (es. acquistare un’auto, effettuare un viaggio, e così via). Percentuali di elevata preoccupazione, specialmente se confrontate con la media nazionale, che già di per sé non offre un quadro particolarmente allegro dell’evoluzione delle cause dell’indebitamento del Paese: il 52,5% delle famiglie italiane ha infatti bisogno di indebitarsi per coprire le spese impreviste, non disponendo di sufficienti riserve monetarie o patrimoniali.

Immobili di proprietà in Italia

E, a proposito di patrimonio, dall’indagine Censis – Unipol emerge che oltre 4 giovani su 10 non sono titolari di alcun immobile di proprietà, mentre l’8% di essi non possiede alcun bene classificabile come patrimoniale. Uno scenario certamente deteriorato, con evidenti criticità che il futuro non sembra voler rendere più lievi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti