Prestiti BancoPosta di Poste Italiane in scadenza a febbraio 2018 per ristrutturare casa

Ecco le info e caratteristiche di prestiti BancoPosta di Poste Italiane per ristrutturare casa in scadenza a febbraio 2018.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco le info e caratteristiche di prestiti BancoPosta di Poste Italiane per ristrutturare casa in scadenza a febbraio 2018.

I prestiti BancoPosta di Poste Italiane sono stati creati per aiutare le famiglie a poter realizzare sia piccoli che grandi progetti come la ristrutturazione della propria casa. Ecco allora le principali caratteristiche del prestito Ristrutturazione Casa con condizioni promozionali per i titolari del conto corrente BancoPosta.

Prestiti Banco Poste per ristrutturazione casa

I prestiti BancoPosta per ristrutturazione casa potranno essere richiesti in qualsiasi ufficio postale anche il sabato mattina. Grazie ad essi si potranno non solo ristrutturare ambienti della propria casa ma si potranno anche finanziare grandi elettrodomestici, mobili, pannelli solari e molto altro. Buona parte delle spese che si sosteranno, poi, potranno essere detratte grazie alle agevolazioni fiscali prorogate per tutto il 2018 dalla Legge di Stabilità.

Offerte prestiti BancoPosta Ristrutturazione casa validi fino al 28 febbraio 2018

Poste Italiane comunicano che fino al 28 febbraio 2018 sarà possibile accedere ai prestiti BancoPosta Ristrutturazione Casa con condizioni promozionali per coloro che possiedono un conto corrente BancoPosta e che vogliono richiedere una cifra maggiore o uguale a 25.000 euro.

Le Poste comunicano che, ad esempio, si potrà richiedere un prestito di 35.000 euro con Tan fisso al 7,50% e Taeg al 7,79%. Le rate totali saranno 102 da 398, 64 euro ciascuna. Si evince che le spese di istruttoria pratica, quelle per invio cartaceo comunicazioni periodiche di trasparenza e quelle di incasso e gestione rata saranno gratuite. L’imposta di bollo sarà di 16 euro mentre quelle di bollo su comunicazioni periodiche di 18 euro. L’importo totale dovuto sarà quindi di 40.695,28 euro, ecco il link promozionale dell’offerta.

Le Poste ricordano, infine, che tale prestito potrà essere richiesto soltanto da coloro che risiedono in Italia e che hanno un reddito da pensione o lavoro dimostrabile e prodotto in Italia. La documentazione da presentare sarà: documento di riconoscimento in corso di validità, tessera sanitaria, documenti di reddito, preventivi di spesa o anche buoni d’ordine. Al momento della richiesta, in base alle proprie caratteristiche personali, Poste Italiane potrà richiedere documenti aggiuntivi. Leggete anche: Buoni fruttiferi postali di Poste Italiane: che succede se il rimborso è errato?.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Prestiti vari

I commenti sono chiusi.