Prestiti a confronto numeri e tendenze degli ultimi dieci anni, un’analisi sulle mutazioni

I dati dell'ultimo Osservatorio di PrestitiOnline.it mettono a confronto numeri e tendenze degli ultimi dieci anni di prestiti. Questi ultimi sono stati analizzati sul doppio fronte : domanda famiglie ed erogazione da parte degli intermediari del credito.

di , pubblicato il
I dati dell'ultimo Osservatorio di PrestitiOnline.it mettono a confronto numeri e tendenze degli ultimi dieci anni di prestiti. Questi ultimi sono stati analizzati sul doppio fronte : domanda famiglie ed erogazione da parte degli intermediari del credito.

Gli ultimi dati dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it hanno messo a confronto le tendenze e i numeri degli ultimi dieci anni dei prestiti. Questi ultimi sono stati analizzati su un doppio fronte: l’erogazione da parte degli intermediari del credito e la domanda effettuata dalle famiglie.

L’analisi dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it ha quindi fotografato le abitudini degli italiani anche in base ai mutamenti sociali ed ai nuovi trend.

Le nuove tendenze e numeri: a confronto i prestiti degli ultimi dieci anni

Dall’analisi effettuata dall’Ossevatorio PrestitiOnline.it si evince che in cima alla lista delle richieste di prestiti per finalità c’è quello per la ristrutturazione casa: che dal 20,4% del 2009 è arrivato al 23,9% del 2018. I dati fino al 28 febbraio 2019, poi, comunicano che le richieste del finanziamento ristrutturazione casa sono state del 21%. Soltanto nel 2010, 2011 e 2012 vi è stato un calo ed esattamente nel 2010 le richieste sono state del 18,2%, l’anno successivo del 14,8% e nel 2012 del 17,6%. Da queste date in poi le richieste sono state sempre superiori al 20%.

Al secondo posto delle richieste di prestiti per finalità dal 2009 al 2018 c’è quello per l’auto usata che dal 14% del 2008 è arrivato al 19%. Nei primi due mesi del 2019, invece, le richieste sono del 21% raggiungendo quindi quello per ristrutturazione casa. Dall’analisi effettuata, inoltre, si evince che il 2014 è stato l’anno boom di tali richieste con il 21,1%. Chiudono il podio le richieste di finanziamento per finalità arredamento: dall’8,4% del 2009, infatti, si è arrivati, con una crescita progressiva di anno in anno, al 13,4%. Nel 2019, invece, le richieste sono state del 15,7%.

Altre richieste prestiti finalità 2019

Le altre richieste di prestiti per finalità riguardano la liquidità con il 13,1% di richieste nel 2019, l’auto nuova o chilometro zero con l’8,4%, il consolidamento con il 6,8%, le spese mediche con il 3,7%, il motoveicolo con  il 2,0% ed il matrimonio e le cerimonie con l’1,7%. E ancora le richieste di prestito per finalità fino al 28 febbraio per acquisto immobile e box sono state dell’1,6%, per hobbies, viaggi e vacanze dell’1,5%, per beni strumentali dell’attività dello 0,4% ed infine per elettronica ed informatica dello 0,3%.

Erogazioni, durata richiesta, importo prestiti

L’Osservatorio PrestitiOnline.it comunica poi che, sul fronte delle erogazioni 2019, invece, la finalità ristrutturazione casa rimane al primo posto con il 32% seguita dall’auto usata con il 23,1% e l’arredamento con il 14,6%. C’è poi la finalità auto nuova o chilometro 0 con il 10,4%, la liquidità con il 6,4%, le spese mediche con il 3,4%, il motoveicolo con il 2,2% ed il matrimonio con l’1,5%. Seguono l’acquisto immobile/box e il consolidamento con l’1,3%, gli hobbies/vacanze con l’1,1% e l’elettronica con lo 0,2%.

La durata più richiesta è sicuramente quella di 60 mesi (il 19,7%) ma quella che guadagna di più è sicuramente la durata di 84 mesi: si porta infatti dal 17,4% degli ultimi sei mesi del 2018 al 19,5% del semestre in corso. L’importo medio erogato, infine, è in leggera crescita in quanto da 12.280 euro dello scorso semestre si arriva a 12.446 euro che risulta essere il dato più alto dal primo semestre del 2011 che è di 12.754 euro.

Classe di importo e distribuzione geografica ed età prestiti

Gli ultimi dati dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it rivelano inoltre che per quanto concerne le classi di importo le richieste fatte dagli italiani si sono concentrate sopratutto tra la fascia dai 5.000 ai 10.000 euro (il 28,3%) mentre dai 2.500 ai 5.000 le richieste sono state del 27%. Le erogazioni, invece, sono state anch’esse in prevalenza appartenenti alla fascia 5.000-10.000 in quanto si è passato dal 29,3% dello scorso semestre al 30,5% di questo attuale e quindi del 2019.

Per quanto concerne la distribuzione geografica, il tutto resta stabile rispetto agli ultimi sei mesi del 2018 con il primato del Nord Italia con il 43,4% di domande e il 42% di erogazioni. Infine sono aumentate le richieste degli over 46 che sono passate dal 39,3% al 42,2% mentre quelle degli under 35 sono scese. Stesso discorso per le erogazioni che per gli over 46 sono passate dal 43,1% al 45,3% mentre per gli under 35 dal 18,5% al 16,9%. Secondo i dati dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it, inoltre i finanziamenti online mantengono il minimo storico in quanto passano dal 7,13% del 2011 al 6,01% del 2018.

Leggete anche: Mutui, nessun aumento dei tassi: dati di febbraio 2019, rimonta dei tassi variabili.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.