Prenotazioni alberghiere e voli: info possibili rimborsi, le faq Centro Europeo Consumatori Italia

il CEC da dritte su eventuali rimborsi per prenotazioni alberghiere e voli.

di , pubblicato il
il CEC da dritte su eventuali rimborsi per prenotazioni alberghiere e voli.

Il Cec, il Centro Europeo Consumatori Italia, ha fornito delle delucidazioni in merito ai possibili rimborsi che potranno chiedere i viaggiatori per le prenotazioni alberghiere in essere e per i voli che saranno cancellati. Le informazioni in merito.

Voli: le info sui rimborsi, il Regolamento Ce

Il Centro Europeo Consumatori comunica che i diritti dei passeggeri aerei sono previsti dal Regolamento Ce numero 261 del 2004 che li tutela in caso di negato imbarco, ritardo del volo o cancellazione di quest’ultimo. Esso si applica a coloro che partono da un aeroporto Ue e con un volo di una compagnia Ue o extra Ue e ai passeggeri che arrivano in Unione Europea con provenienza da un paese extra Ue e con voli di compagnie aeree della Ue.

La Tutela non si applica invece ai passeggeri che provengono da un paese fuori dall’Unione Europea con un volo gestito da una compagnia extra Ue e ai passeggeri che volano gratuitamente o che hanno beneficiato di una tariffa ridotta che non è accessibile al pubblico.

Prenotazioni alberghiere, le faq del Cec sui rimborsi

Chi ha prenotato un soggiorno in albergo fino al 3 aprile pagando un anticipo o una caparra, potrà ricevere quanto speso. Questo perché, comunica il Cec, varrà la regola per la quale quando non si può adempiere alla prestazione, l’albergo non potrà richiedere il pagamento e dovrà restituire quanto già versato in contanti o mediante l’emissione di un buono che sarà valido 1 anno dalla data in cui è stato emesso.

Per quanto concerne le prenotazioni in albergo per l’estate 2020, invece, al momento non si sa cosa succederà per cui, in caso si voglia disdire, l’albergo potrà trattenere la caparra versata o richiedere il pagamento delle penali qualora esse siano previste dalle condizioni contrattuali.

Qualora, infine, alla data di soggiorno ancora non ci si potrà spostare sia perché ci saranno limitazioni nel nostro paese che in quello di destinazione allora il contratto potrà definirsi risolto e gli importi già versati verranno restituiti.

Leggete anche: Ryanair avviso importante per gli utenti: a causa del Covid19 sospesi quasi tutti i voli dal 24 marzo, le info

[email protected]

Argomenti: ,