Postepay, quali differenze tra Standard ed Evolution?

Ecco quali sono le differenze principali tra Postepay Standard e la Evolution nonché i costi di emissione e quelli per prelevare denaro.

di , pubblicato il
postepay standard evolution

La Postepay è la carta ricaricabile per chi vuole evitare di pagare in contante e per fare acquisti online. Le tipologie sono diverse ma quelle più amate sono la Standard e la Evolution. Ma quali sono le differenze tra le due e quale conviene scegliere?

Postepay Standard ed Evolution: ecco le differenze

Se non si ha bisogno di un Iban conviene sicuramente scegliere la Postepay Standard in quanto non ha nessun costo annuale. Costa infatti solo 10 euro che si pagano al momento del rilascio. Ma cosa si può fare con questa carta? Ebbene, si possono effettuare acquisti su internet e viaggiare in tutta libertà. Il motivo è semplice: si può prelevare sia in Italia e all’estero presso gli uffici postali, Atm Postamat e Atm bancari che espongono il marchio di Visa Electron o Visa. In più la si può ricaricare quando si vuole dal sito web ufficiale, nell’ufficio postale, dall’applicazione ma anche presso le tabaccherie e i punti vendita convenzionati. In più chi scarica l’applicazione Postepay ed utilizza i nuovi servizi di mobilità, potrà pagare con lo smartphone le strisce blu in più di cento città. Inoltre potrà anche pagare il carburante nelle stazioni Ip abilitate. In più con la Postepay si potranno acquistare anche i biglietti dei mezzi pubblici urbani ed extra-urbani.

Differenze Postepay Evolution e Standard

C’è poi la Postepay Evolution che come detto a differenza della Standard è dotata di Iban. Quest’ultimo farà la differenza in quanto la si potrà utilizzare come un conto corrente. Su di essa, infatti, si potrà accreditare lo stipendio o la pensione ed in più si potrà disporre e ricevere bonifici.

Così come il conto corrente, poi, darà la possibilità di domiciliare le utenze e pagare i bollettini. Grazie a tale strumento di pagamento, poi, si potrà pagare in contactless oppure online usando il proprio dispositivo Android oppure iOS. Ciò mediante Apple Pay o Google Pay. Scaricando l’applicazione, infine, si potrà tenere tutto sotto controllo sul proprio dispositivo e pagare bollettini con una semplice foto o scambiare denaro anche con gli amici grazie al servizio 2p2. Si potranno inoltre comperare i biglietti dei mezzi pubblici urbani ed extra-urbani, pagare le strisce blu, fare carburante e gestire gli addebiti diretti Sepa. Ovviamente come l’altra Postepay si potrà anche prelevare gratis presso tutti gli Atm Postamat e fare acquisti online mediante circuito Mastercard. Il costo di emissione della Postepay Evolution sarà di 5 euro mentre il canone annuo di 12 euro.
Per quanto riguarda infine i prelievi con le due carte, essi saranno gratuiti da ATM Postamat, costeranno 1 euro da uffici postali abilitati e 2 euro da ATM bancario abilitato, in Italia e Paesi Euro. In più 5 euro da ATM bancario abilitato. Nei Paesi non facenti parte della zona euro verrà poi applicata una commissione del + 1,10% dell’importo del prelievo dal 1° luglio 2018.
Leggi anche: Postepay PuntoLis, la prepagata con Iban richiedibile dal tabaccaio: quanto costa e come funziona
[email protected]

Argomenti: ,