Postepay Inps Card: come si richiede, quanto costa, a cosa serve, smarrimento-furto e max prelievi

Ecco come si richiede, quanto costa, a cosa serve, le info sullo smarrimento-furto e sui max prelievi della Postepay Inps Card.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco come si richiede, quanto costa, a cosa serve, le info sullo smarrimento-furto e sui max prelievi della Postepay Inps Card.

E’ arrivata la Postepay Inps Card grazie alla collaborazione di Poste Italiane con l’Inps. E così non ci si dovrà recare più all’Ufficio Postale ogni mese in quanto la pensione ed altre tipologie di contributi Inps accreditabili saranno erogati direttamente sulla carta. Ecco allora come richiederla, quanto costa, a cosa serve e le info sullo smarrimento-furto e sui max prelievi .

Come si richiede la Postepay Inps Card

La carta Postepay Inps si potrà richiedere in qualsiasi ufficio postale compilando il modulo di richiesta e di apertura conto mentre la carta ed il pin verranno inviati all’indirizzo comunicato. L’abilitazione, poi, sarà immediata ma dovrà essere fatta presso l’ufficio nel quale si è fatta la richiesta della carta. Si comunica inoltre che il documento di registrazione dovrà essere rinnovato presso l’ufficio postale ogni quaranta operazioni svolte altrimenti la carta verrà bloccata.

Il denaro caricato su di essa, poi, potrà essere prelevato dal proprietario della Postepay Inps Card o da un delegato sempre presentando il documento di registrazione. I prelievi potranno essere eseguiti presso qualsiasi sportello automatico Maestro, Cirruc o Postamat ed il denaro disponibile sulla carta potrà essere anche utilizzato per acquisti online o semplicemente per pagare bollette. Poste Italiane ricordano a tutti che, a seguito della Legge numero 214/2011, gli importi pensionistici superiori ai mille euro non possono più essere ritirati in contanti ma per legge devono essere accreditati su di un conto corrente bancario o postale.

Come funziona e quanto costa la Postepay Inps Card

Oltre all’accredito della pensione, la Postepay Inps Card servirà (ad esempio) per accreditare i Voucher PrestO e non solo. Con essa si potrà ritirare denaro contante presso gli sportelli Atm, acquistare prodotti online e o nei negozi fisici che hanno un Pos e servirà per accreditare contributi Inps. A differenza di altre carte prepagate, questa non avrà il chip contactless per cui non si potranno effettuare delle disposizioni rapide per cifre inferiori ai 25 euro ed inoltre per essa non ci sarà alcun codice Iban.

Per quanto concerne i costi, sarà gratuita come saranno gratuiti i prelievi pressi gli uffici postali o gli ATM Postamat. I costi dei prelievi presso gi sportelli del circuito Maestro in Italia e in Ue saranno di 1,75 euro ad operazione mentre i prelievi presso sportelli nei paesi Extra Unione Europea costeranno 2,58 euro ognuno. Anche con tale carta, così come per le altre Postepay, si potranno sempre verificare il saldo ed i movimenti mediante un’apposita app.

Limiti massimo prelievi e info smarrimento o carta Postapay Inps rubata

Qualora la Postepay Inps Card venga smarrita o nel peggiore dei casi rubata si potrà subito bloccarla ed effettuare la denuncia. Con quest’ultima, poi, ci si dovrà recare presso l’Ufficio Postale per richiederne una nuova che avrà costo zero. Il numero per bloccarla sarà il seguente: 800.652.653 per l’Italia mentre per l’estero il numero sarà +39.04.92100.148. Il prelievo massimo per chi ha tale carta sarà di 600 euro al giorno ed un massimo di 2.500 euro al mese. Presso i negozi convenzionati, invece, il limite massimo giornaliero sarà di 600 euro mentre quello mensile di 1.600 euro.

Leggete anche: Postepay Evolution da oggi 1 ottobre 2018 cambia l’iban e non solo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Carta di debito e di credito, Carta PostePay