Postepay Cashback, il 30 giugno è l’ultimo giorno per chiedere i rimborsi

Rimborso di 1 euro per ogni 10 euro di spesa, il cashback di Postepay è utilizzabile soltanto in alcuni esercizi aderenti e utilizzando la app e una carta prepagata.

di , pubblicato il
poste italiane

Il governo ha deciso di non rinnovare il cosiddetto cashback di Stato, ma altre realtà hanno lanciato programmi simili per i propri clienti. Una di queste è Poste Italiane con Postepay Cashback: oggi 30 giugno è l’ultimo giorno utile per usufruirne e chiedere i rimborsi. Ancora oggi è possibile utilizzare il programma e ottenere 1 euro di rimborso per ogni pagamento che sia di almeno 10 euro.

Cos’è il Postepay Cashback e come funziona

Si tratta di un programma lanciato da Poste Italiane che ha caratteristiche simili al cashback di Stato e che permette di ottenere rimborsi qualora si utilizzi per i pagamenti la carta di pagamento del gruppo. È possibile ottenere 1 euro di rimborso per ogni 10 euro (minimo) di spesa e per un massimo di 10 euro di cashback al giorno. Per entrare nel programma, basta fare il download sul proprio smartphone della app Postepay e associare le carte prepagate o di debito al proprio account. Per usufruire dei rimborsi, basta semplicemente usare l’opzione Codice Postepay, con la quale è possibile effettuare i pagamenti inquadrando il Codice QR presso gli esercizi convenzionati. Una volta effettuata questa operazione, basta inserire l’importo da pagare e autorizzare la transazione.

Cosa si può pagare e dove con il Postepay Cashback

L’iniziativa Postepay Cashback non è attiva ovunque, ma le convenzioni sono soltanto con alcuni esercizi e servizi. L’elenco è presente nella sezione ‘Vicino a te’ della app Postepay, ma può essere controllato anche sul sito di Poste Italiane. Ecco un elenco degli esercizi convenzionati: Aspiag Service, Carrefour, COOP Centro Italia, COOP.Fi, Coop Lombardia, Coop Reno, DOC Roma, Liu Jo, Mercatò, Pam Panorama, Pronto Taxi 6645, Taxi Milano 028585, Taxi Napoli, Taxi Samarcanda.

Il nostro consiglio, per quanto riguarda le grandi catene di supermercati, è chiedere se la singola filiale accetta questo programma.
A essere esclusi dal cashback di Poste sono tutte le transazioni che si effettuano presso gli Uffici Postali e i pagamenti dei bollettini presso le tabaccherie.
[email protected]

Argomenti: ,