Pir: Reale Group lancia Reale Pmi Italia e Crescita Italiana

Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, società appartenenti a Reale Group, sono tra le prime compagnie assicurative ad arricchire la propria gamma di offerta con prodotti Pir compliant

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, società appartenenti a Reale Group, sono tra le prime compagnie assicurative ad arricchire la propria gamma di offerta con prodotti Pir compliant

A partire da oggi, Reale Mutua e Italiana Assicurazioni, società appartenenti a Reale Group, sono tra le prime compagnie assicurative ad arricchire la propria gamma di offerta con prodotti Pir compliant: Reale Pmi Italia e Crescita Italiana, due polizze vita United Linked, a premi ricorrenti limitati, le cui prestazioni sono rivalutate in base ai rendimenti ottenuti dai fondi di nuova costituzione Linea Pmi Italia Free e Crescita Italiana Pmi.

 

I Piani individuali di risparmio (Pir) sono stati introdotti con la “Legge di Bilancio 2017” per offrire alle famiglie italiane soluzioni che permettano di beneficiare di importanti vantaggi fiscali – le plusvalenze sono esenti dall’imposta (aliquota massima attuali pari al 26%), a fronte di una permanenza nel Pir di almeno 5 anni – e favorire la crescita dell’economia nazionale attraverso l’investimento in piccole-medie imprese attive sul territorio italiano. “Da sempre Reale Mutua si contraddistingue per la vicinanza ai propri Soci/Assicurati cercando di proporre soluzioni che consentano di gestire al meglio i loro risparmi – ha dichiarato Maurizio Cappiello, Vice Direttore Generale di Reale Mutua – La nostra Compagnia è lieta di dare il suo contributo alla diffusione di questi interessanti strumenti d’investimento che rappresentano un importante innovazione per il mercato italiano e che, oltre a favorire il processo di crescita e sviluppo del nostro sistema produttivo, offrono l’opportunità di valorizzare il proprio risparmio, abbattendo il carico fiscale“.

 

Pir: Bini Smaghi (Arca), aiuteranno Pmi a crescere e competere

 

In Italia c’è bisogno assoluto di far crescere la media impresa” dal punto di vista dimensionale”. È quanto ha spiegato a margine di un evento sui Pir il vice d.g. di Arca Fondi Sgr, Simone Bini Smaghi. L’esperto si è auspicato che proprio in seguito all’introduzione di questi nuovi strumenti introdotti dalla Legge di Bilancio 2017, nei prossimi anni possa avvenire una forte crescita del numero di Pmi che approcceranno il listino milanese. Al tempo stesso, la sfida è di riuscire a farle crescere anche dimensionalmente. Una priorità che di fatto si è fatta impellente. “Trent’anni fa, in media, avevano un fatturato uguale a quello delle loro omologhe tedesche“, ha osservato infatti Bini Smaghi. “Oggi il giro d’affari è la metà, perché non si riesce a crescere. Se le aziende italiane vogliono essere ancora competitive all’estero, verso i nuovi mercati, devono crescere“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Risparmio

I commenti sono chiusi.