Perché la carta di credito ora è più sicura per le spese online?

Carta di credito più sicura nel 2021: ecco perché e come proteggerla da eventuali frodi come il phishing.

di , pubblicato il
Carta di credito più sicura nel 2021: ecco perché e come proteggerla da eventuali frodi come il phishing.

A settembre del 2019 sarebbe dovuto partire il doppio sistema di autenticazione detto “strong customer authentication” per far sì che le spese online fossero più sicure. Tale sistema, però, è partito soltanto in parte a gennaio 2021 mentre il debutto vero e proprio ci sarà ad aprile.

La strong customer authentication

In merito ai timori del doppio sistema di autenticazione, Anna Vizzari di Altroconsumo ha comunicato che i vari operatori hanno avuto più di 1 anno di tempo per adeguarsi. Matteo Risi dell’Osservatorio Payments del Politecnico di Milano crede invece che i maggiori timori da parte degli operatori, degli esercenti e delle banche siano da additarsi ad un possibile disinteresse da parte dei consumatori per i pagamenti online. Questi negli ultimi anni, infatti, hanno registrato un aumento del 70%.

Anche se di fatto la doppia autenticazione partirà da aprile essa non sarà sempre necessaria in quanto non varrà per tutte le transazioni sui siti e-commerce con gestori di pagamento extra-europeo. Per Risi, come comunica anche il quotidiano Lastampa, non cambierà quasi nulla o davvero poco per i piccoli pagamenti, per i portafogli elettronici come Satispay/Google Pay, gli esercizi commerciali di fiducia e per il rinnovo degli abbonamenti.

Nonostante tutto, però, c’è comunque una forte preoccupazione per la strong customer authentication secondo il ricercatore. Il motivo, come detto, è il timore che si effettuino transazioni minori ma a lungo andare, per il ricercatore, tutto tornerà come prima anche perché con il doppio sistema di autenticazione i cittadini capiranno che le loro spese online sono più sicure.

Come proteggere al momento la carta di credito?

Tra le minacce principali sul web alle carte di credito e debito c’è il phishing ovvero il tentativo di carpire i dati sensibili della carta mediante e-mail o sms.

Viene infatti inviato un messaggio contenente un link ad un sito truffaldino dove viene chiesto di inserire i propri dati per effettuare un pagamento. Come detto, il sito è contraffatto e se si inseriscono tali dati questi ultimi vengono rubati come ad esempio nel caso della truffa del finto corriere. Per difendersi. comunque, basterà non inserire i propri dati personali e ovviamente quelli della carta.

Per evitare, invece, che ci possano essere furti di dati ai danni di siti che hanno registrato i nostri dati, il suggerimento sarà quello di effettuare acquisti online solo su siti affidabili che utilizzano il protocollo di protezione 3D Secure.

Potrebbe interessarti: Cashback di Stato carta BancoPosta e PostePay: registrazione e accredito senza conto corrente

[email protected]

Argomenti: ,