Perché i prestiti personali e cessione del quinto convengono così tanto anche adesso?

La cessione del quinto ed i prestiti personali converranno anche nel 2022? Ecco un'analisi in merito a tutti i vantaggi.

di , pubblicato il
carte prepagate con iban

Il 2021 è stato un anno straordinario per i prestiti personali e per la cessione del quinto grazie agli ottimi tassi e ai cali del Taeg. I vantaggi delle cessioni rispetto ai prestiti ci sono stati soprattutto per la ricezione di grosse somme di denaro ed il miglior tasso per prestito liquidità si è stabilizzato sul 5,64%. Anche nel 2022 convengono tali forma di finanziamento?

Perché i prestiti personali e la cessione del quinto vanno così forte?

Il 2021 è stato un anno ottimo per i tassi. Prestitionline.it rivela ad esempio che chi ha richiesto finanziamenti sulla piattaforma ha avuto accesso ad offerte molto convenienti. A dicembre la cessione del quinto per privati è stata del 4,91%, per i dipendenti pubblici del 3,05% e per i pensionati del 3,89%. Vantaggi notevoli anche per i prestiti green con Taeg al 5,48%. L’identikit di chi chiede un prestito personale, svela Prestitionline, è solitamente una persona che ha in media 41 anni e 6 mesi e sceglie una durata di 5 anni con importi medi di circa 11.383 euro. Il richiedente medio del prestito personale, invece, ha 53 anni e 9 mesi e chiede un prestito di durata media di 10 anni con importo di circa 18.700 euro.
I prestiti più gettonati sono stati quelli per liquidità e per l’acquisto di un’auto usata. Al terzo posto figurano invece quelli per la ristrutturazione che per il 2022 si crede cresceranno grazie anche alla spinta dei diversi bonus edilizi come il bonus facciate o il Superbonus 110%. Anche gli importi richiesti sono cresciuti con un aumento del 18% passando dal 32,5 al 38,3%. Dall’ultimo focus dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it emerge infine che per le brevi durate (inferiori o uguali a 3 anni) c’è maggiore richiesta per liquidità.

Per le lunghe durate, invece, le richieste principali sono per ristrutturazione e consolidamento.

Lo scenario per il 2022: prestiti personali e cessione del quinto

Prestitionline comunica che nel 2022 converranno molto di più le cessioni del quinto rispetto ai prestiti personali. Questo perché, come detto, la migliore offerta di dicembre ha fatto registrare un Taeg del 4,91%, del 3,05% per i dipendenti pubblici e del 3,89% per i pensionati. Il tasso migliore per i prestiti è stato invece del 5,64%. La cessione deve questo boom anche alla nuova normativa che ha portato due importanti novità. La prima è che in caso di rinnovo di cessione, la commissione non deve essere versata sull’intero capitale ma sulla variazione della cifra. La seconda riguarda l’estinzione del prestito anticipata. Il titolare ha diritto alla restituzione dei costi sostenuti in anticipo per la parte del finanziamento per la quale non c’è stato godimento.
[email protected]

Argomenti: ,