Paypal introduce una nuova tariffa: ecco quale e da quando partirà

La nuova tariffa Paypal: ecco qual è, quanto costa e da che giorno partirà.

di , pubblicato il
La nuova tariffa Paypal: ecco qual è, quanto costa e da che giorno partirà.

Paypal intoduce una nuova tariffa per le contestazioni che graverà sui venditori coinvolti in un reclamo. La novità con l’aggiornamento dei termini e delle condizioni entrerà in vigore a partire dal prossimo 16 dicembre. Ecco il costo della tariffa e quando verrà applicata.

La nuova tariffa Paypal: ecco qual è

Nell’aggiornamento delle condizioni è stata introdotta una novità per la quale i venditori pagheranno una tariffa a Paypal per le operazioni che riceveranno una contestazione convertita in reclamo. Prima questo processo era gratuito eccetto le tariffe per il chargeback (quando Paypal addebita una somma al venditore se l’acquirente fa intervenire la propria Banca o l’emittente della carta di credito per riavere il denaro speso). Adesso le tariffe per le contestazioni verranno applicate ogni volta che l’utente convertirà in reclamo una controversia. Questa novità graverà quindi sui venditori che utilizzano Paypal per incassare il pagamento.

Tariffa Paypal: ecco i costi

Ci sono due tipi diversi di tariffa per contestazioni: quella standard e quella per volumi elevati. Si distinguono soltanto per la quantità di contestazioni ricevute. Se il venditore, ad esempio, ha eseguito più di cento transazioni nei 3 mesi precedenti ed il rapporto tra le vendite e le contestazioni è più alto dell’1,5% si applicano le tariffe di contestazione per volumi elevati. In questo caso, però, Paypal può anche chiedere delle spiegazioni al venditore e porre dei limiti o dei blocchi sul conto.

In ogni caso Paypal ha sottolineato quanto segue:

“le contestazioni sopraelencate potrebbero non essere soggette alla tariffa per le contestazioni standard né alla tariffa per le contestazioni per volumi elevati, ma il reclamo può comunque essere incluso nel calcolo complessivo del rapporto delle contestazioni”.

Si crede quindi che Paypal in alcuni casi potrebbe non addebitare nulla al venditore ma nel nuovo contratto non vi sono ulteriori spiegazioni in merito.

Per quanto riguarda il prezzo della tariffa fissa per le contestazioni esso è uguale a 14 euro sia per quelle standard che per i volumi elevati. Si applica quando il reclamo viene chiuso a favore dell’acquirente.

Potrebbe interessarti:Paypal ed il pagamento in contactless: info e costi

[email protected]

Argomenti: ,