Nuova truffa ai danni di Unicredit tramite sms: attenzione potrebbe svuotare il conto corrente

Con l'estate 2021 arriva una nuova truffa mediante spoofing ai danni dell'Unicredit che potrebbe svuotare il conto corrente: ecco come comportarsi.

di , pubblicato il
truffa ai danni Unicredit

L’estate è arrivata e con essa la nuova truffa ai danni dell’Unicredit. L’Istituto di Credito ha infatti nei giorni scorsi avvertito i propri correntisti di un sms inviato a nome della banca che in realtà non è altro che una truffa grazie alla quale i malfattori cercano di mettere le mani sui risparmi di ignare vittime. Ecco cosa sta succedendo e cos’è lo spoofing.

Anche l’Unicredit vittima di spoofing, la nuova truffa via sms

Oltre alla truffa del Green Pass in quest’estate 2021 arriva anche quella dello spoofing. Con tale termine si intende un attacco informatico che utilizza in vari modi la falsificazione dell’identità. Il truffatore riesce a farsi credere qualcun altro e così intercetta informazioni riservate, diffonde notizie false ed effettua ogni tipologia di attacco. Lo fa con lo scopo ultimo di impossessarsi dei dati sensibili dell’utente (password) e svuotargli il conto. In questi giorni tale tipologia di truffa sta interessando anche i clienti della banca Unicredit.

Truffa ai danni di Unicredit: ci risiamo, ecco cosa sta succedendo

In questi giorni alcuni clienti di Unicredit Banca stanno ricevendo un sms che sembra davvero dell’Istituto di Credito. In esso si chiede di effettuare un aggiornamento dei propri dati di accesso al servizio di home banking. Come al solito, poi, per effettuare tale operazione viene chiesto di cliccare sul link presente nel messaggio al quale invece hanno accesso i truffatori. L’ignara vittima, poi, credendo di navigare sulla pagina Unicredit vera, inserisce le credenziali di accesso e così il loro conto viene svuotato. Ricordiamo che lo spoofing viene usato anche per falsificare un numero di telefono o una e-mail.

Quindi attenzione ai call center fake che chiedono codici segreti.
Per non incappare in truffe, in ogni caso, non si dovranno mai fornire i dati sensibili di accesso ai servizi di internet banking via telefono, per e-mail o mediante sms e nemmeno quelli delle carte di credito. Nessun Istituto Bancario, infatti, invia sms o e-mail chiedendo di aggiornare le informazioni del proprio conto o di confermare il codice del proprio bancomat.

Leggi anche: Airbnb e Polizia Postale: ecco i consigli anti truffa per prenotare la casa vacanza in estate 2021
[email protected]

Argomenti: ,