Novità 2019 conto corrente, libretto di risparmio e limite contanti

Ecco le novità a partire dal 2019 su conto corrente, libretto di risparmio e limite contanti.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco le novità a partire dal 2019 su conto corrente, libretto di risparmio e limite contanti.

La Legge di Stabilità del 2016 ha innalzato il limite all’utilizzo del denaro contante da 999,99 euro a 2.999,99 euro. Dopo tale cifra sarà necessario utilizzare degli strumenti tracciabili come i bonifici bancari. Ecco le info in merito nonché le novità 2019 sui conti corrente e libretti di risparmio.

Novità 2019 limite contanti

Il limite contanti a 3.000 euro riguarderà i titoli al portatore con valuta estera ed in euro, i contanti ed i libretti di deposito bancari o postali al portatore. Ciò significa che non si potrà trasferire denaro per una cifra superiore ai tremila euro senza strumenti tracciabili come i bonifici bancari. Qualora si effettuino pagamenti verso operatori di commercio al minuto o agenzie di viaggio il pagamento in contanti sopra i tremila euro sarà permesso come comunica il sito web Guidafisco.

Per quanto concerne il Money Transfer ovvero il trasferimento di denaro su circuito finanziario alternativo a quello bancario, il limite resterà di 1000 euro. Stesso discorso per gli assegni bancari. In quest’ultimo caso, però, bisognerà inserire dei campi obbligatori ovvero la clausola di non trasferibilità, la firma di colui che emetterà il Money Transfer, il beneficiario, l’importo, la data ed il luogo di emissione.

Conto corrente, libretti di risparmio e pene più severe

Nel 2019 saranno vietati i libretti di risparmio ed i conti corrente anonimi mentre chi ha un libretto al portatore avrà la possibilità di estinguerlo entro il 31 dicembre 2018. Chi non rispetterà le regole avrà delle sanzioni che saranno più severe rispetto alle precedenti. Per quanto concerne i limiti al contante, esse potranno variare dall’1 al 40% dell’importo non trasferito a norma e una sanzione cinque volte maggiore nel caso per trasferimenti di denaro sopra i cinquantamila euro.

Per quanto concerne gli assegni, se non si rispetteranno le regole, la sanzione potrà salire tra i 3 mila ed i 5 mila euro mentre i trasferimenti di libretto tra i 250 ed i 500 euro. Per quanto concerne i libretti anonimi, infine, chi non si adeguerà alle legge potrà avere una sanzione dal 10 al 40%.

Leggete anche: Cambio Iban Postepay Evolution di Poste Italiane dal 1° ottobre 2018: info docenti e modifiche.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente