Mutui: offerte e novità del mese di marzo 2016

Mutui, le novità e le offerte più conveniente del mese di marzo 2016

di Angelina Tortora, pubblicato il
Mutui, le novità e le offerte più conveniente del mese di marzo 2016

Scegliere il mutuo adatto alle proprie esigenze non è facile, ecco alcune novità e offerte mutui del mese di marzo:

Gruppo UBI: il mutuo con lo spread che decresce

Per chi ha deciso di acquistare una nuova casa il Gruppo UBI, con il suo Variabile Sempre Light, propone uno spread del 1,20% per importo finanziato fino al 50%, 1,35% nel caso di importo richiesto fino al 70% e durate fino a 20 anni e 1,50% per importo finanziato oltre il 70% e durate fino a 20 anni. La caratteristica principale di questo prodotto è lo spread decrescente: ogni cinque anni, a partire dall’inizio del quinto anno, si abbassa di 5 basis points.

Importo finanziabile:

  • Max. 80% del valore di perizia dell’immobile, fino ad un massimo di 500.000 Euro e comunque non oltre l’importo della compravendita contenuto nel rogito notarile.

ING DIRECT: mutuo ora anche a zero spese di perizia e istruttoria

Compra casa senza uscire di casa con Mutuo Arancio, il mutuo di ING DIRECT a tasso fisso, variabile o fisso rinegoziabile ora anche a zero spese di perizia e istruttoria.

Importo finanziabile:

  • per prima casa: fino all’80% del valore dell’immobile per un importo minimo di 50.000,00 Euro e fino ad un massimo di 1.000.000,00 Euro;
  • per seconda casa: fino all’80% del valore dell’immobile, per un importo da 50.000,00 e fino ad un massimo di 500.000,00 Euro.

Deutsche Bank: ti paga le spese notarili del mutuo

Dal 1 febbraio al 31 marzo 2016 Deutsche Bank ti propone Mutui Casa a condizioni uniche con spread a partire dall’1,30%. E in più la banca ti paga la parcella del notaio fino a un massimo di 2.000 euro. La campagna è valida dal 01/02/2016 al 31/03/2016 per i clienti che avranno richiesto un mutuo e a condizione che lo stesso sia stato erogato entro il 31/07/2016.

Importo finanziabile :

  • in caso di acquisto: massimo pari all’ 80% del minor valore dell’immobile tra valore attribuito da perizia e valore indicato nel compromesso;
  • in caso di ristrutturazione: massimo pari al 40% del valore dell’immobile attribuito da perizia nel limite del 100% delle spese di ristrutturazione;
  • importo minimo 50.000 Euro.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti, Preventivo mutuo