Mutuo giovani prima casa 2021: perché si risparmia e quali sono gli effetti sul mercato immobiliare

Ecco come funziona il mutuo giovani prima casa 2021 under 36, perché si risparmia, come richiederlo e gli effetti sul mercato immobiliare.

di , pubblicato il
Investimento immobiliare 2021

Di recente in Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la nuova misura per il mutuo giovani prima casa 2021 per gli under 36. Grazie alla trasformazione in legge il risparmio sarà assicurato in quanto verranno abolite alcune tasse. Ecco allora cosa cambia e quali saranno i possibili effetti sul mercato immobiliare.

Mutuo giovani prima casa 2021: perché fa risparmiare

In Gazzetta Ufficiale sono state ufficializzate le nuove misure per i giovani under 36 che vogliono chiedere un mutuo per acquisto prima casa. Costoro potranno risparmiare in quanto alcune tasse sono state abolite. Inoltre il mutuo sarà garantito all’80% della quota capitale. Nel dettaglio non si dovrà più pagare l’imposta di registro o l’Iva al momento dell’acquisto. E ancora l’imposta ipotecaria e quella catastale nonché quella sostitutiva. Ciò ovviamente solo per coloro che hanno meno di 36 anni. Inoltre fino al 30 giugno 2022 sarà estesa la garanzia Consap fino all’80%.
Per poter richiedere tale tipologia di mutuo si dovrà ovviamente avere meno di 36 anni nonché un Isee fino a 40 mila euro. Le domande, poi, si potranno presentare a partire dal 24 giugno fino al 30 giugno 2022. Per Stefano Grassi di Affida questa nuova tipologia i mutui migliorerà di molto le condizioni dei giovani. Questo perché si estenderà del 30% la garanzia dello Stato e poi perché si aboliranno delle imposte sul mutuo. In questo modo per i giovani sarà più facile ed economico richiedere un finanziamento e le banche potranno erogarlo con più facilità.

Mutuo giovani prima casa 2021

Gli intermediari finanziari comunicano che grazie alla sola garanzia Consap il mercato immobiliare è cresciuto. Grassi è però certo che con bonus e agevolazioni nei prossimi anni (massimo tre) ci sarà una nuova crescita verticale del mercato.

Grazie alle nuove misure, poi, i giovani potranno finalmente avere una casa propria ed iniziare a pensare al futuro. Il problema però è sempre il lavoro perché tanti giovani sono precari e ciò penalizza l’erogazione dei finanziamenti. Per ovviare a ciò si potrebbero creare iniziative per fornire più sicurezza alle banche anche per quanto concerne il finanziamento alle imprese. Solitamente i giovani che acquistano una casa hanno un lavoro stabile che c’è solo se le aziende crescono. Queste ultime poi a loro volta crescono se vi sono dei finanziamenti. Grassi spera quindi che iniziative come la garanzia Mcc per le aziende possano diventare strutturali. Spera inoltre che si possa anche intervenire sulla digitalizzazione che è importantissima nel settore dei finanziamenti.
[email protected]

Argomenti: , ,