Mutui: quali sono le tipologie più richieste e da chi

Nei primi tre mesi del 2021 ecco quali sono le tipologie più richieste di mutui nonché l'identikit di coloro che li richiedono.

di , pubblicato il
come risparmiare soldi sulle-spese

Quali sono le tipologie di mutui più richieste e da chi: ecco l’analisi effettuata dal Gruppo Re/Max, società di mediazione creditizia che ha tracciato un identikit di richieste mutui nei primi tre mesi del 2021. Secondo il report i giovani under 36, quelli per i quali sono previste agevolazioni mutui nel decreto Sostegni Bis, rappresentano il 21% dei richiedenti.

L’identikit di chi ha richiesto mutui a inizio 2021

Dall’analisi di 24 Max si evince che il 45% dei richiedenti il mutuo è sposata  mentre il35%è single. Il 56% dei richiedenti, poi, è uomo mentre il 44% donne. I separati/divorziati sono poi il 12% mentre i conviventi il 6%.
Per quanto riguarda le fasce di età, quella con il maggior numero di richieste va dai 35 ai 44 anni (35%). Ci sono poi le fasce di età dai 25 ai 34 anni per il 19% e quella dai 45 ai 54 anni per il 22% insieme a quella degli over 55. Una piccola quota ovvero del 2% si registra nella fascia di età dai 18 ai 24 anni. Dall’analisi, poi, emerge che il 97,5% delle richieste è per acquisto prima casa mentre il 2,5% per la seconda casa.
Secondo il Credit Report di 24Max, infine, nei primi 3 mesi del 2021 i giovani under che hanno richiesto un mutuo sono il 21%. Tale quota, però, è destinata a salire a seguito delle misure contenute nel nuovo Decreto.

Mutui: le tipologie più richieste

Dall’analisi di 24Max sono i mutui a tasso fisso con l’84% degli erogati ad essere i preferiti nei primi tre mesi del 2021. Per Marco Boidi, Head of Sales Network di 24 Max, per i giovani, però, la scelta del tasso variabile potrebbe convenire di più. Almeno per chi desidera acquistare una casa ma è consapevole che non saràquella per la vita come nel caso dei giovani single.

Per costoro i credit specialist di 24 Max suggeriscono un mutuo di lunga durata intorno ai 20 anni con tasso variabile che ha costi più bassi del fisso. L’importo medio dei mutui erogati nel 2020 è stato poi di 133.300 euro.
[email protected]

Argomenti: , ,