Mutui Credem Banca: tutte le offerte di Credito Emiliano senza veli

L'offerta mutui di Banca Credem è molto composita e spazia dal mutuo Credem Energia a Mutuo Credem Varia il Fisso. Vediamo i dettagli.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il

Come scegliere un mutuo: introduzione al mutuo Credem – Per scegliere un mutuo bisogna prendere in  considerazione molte variabili e bisogna saper valutare le proprie reali possibilità, prima di scegliere tra le varie offerte di mutuo che il mercato mette a disposizione. La scelta del mutuo diventa un passo molto importante perché sarà un impegno che dovrà essere mantenuto per parecchi anni, quindi prima di fare la scelta assicuriamoci di far bene il primo passo, ovvero la scelta del mutuo giusto, per viverlo con serenità. Prima di scegliere un mutuo bisogna –          analizzare bene le proprie esigenze vedendo quali sono le entrate e le uscite familiari –          stabilire il valore della casa che si desidera acquistare –          fare un conto dei soldi che si hanno da parte e di conseguenza stabilire l’importo del mutuo da richiedere –          dopo aver confrontato le entrate e le uscite decide quale sarebbe l’importo della rata mensile che andrebbe a gravare meno sul bilancio familiare

Mutui Credem Banca: ampia gamma di scelta

Credem offre una scelta tra 40 diversi tipi di mutuo che prevedono ognuno la possibilità di essere personalizzati in base alle esigenze del cliente, ma la scelta principale è se il mutuo serve per comperare una casa o per estinguere mutui già in essere. I mutui della Credem offrono tutti le seguenti caratteristiche: 1)      la durata del mutuo può variare da 5 a 30 anni 2)      le rate possono essere pagate o a cadenza mensile, o a cadenza trimestrale o a cadenza semestrale 3)      il notaio è a scelta del cliente

Le varie tipologie di mutuo offerte da Credem

Credem ,come già anticipato sopra, offre moltissime tipologie di mutuo, adatte a tutte le esigenze del cliente, scopriamo insieme le peculiarità di alcuni di questi mutui. Mutuo Credem Tasso Variabile Protetto – Questo mutuo è indicato per chi vuol approfittare i vantaggi che derivano dal tasso variabile in caso di oscillazioni di mercato, ma questo mutuo offre la garanzia che si ha un limite oltre il quale il tasso d’interesse non può salire. Questo significa che anche se l’indicizzazione del mercato finanziario dovesse determinare una variazione del tasso d’interesse  che porterebbe ad un inevitabile aumento della rata, si avrà sempre la sicurezza che essa non salirà mai oltre il tetto massimo stabilito all’atto della stipula. Mutuo Credem Tasso Variabile – Questo tipo di mutuo è indicato per coloro che vogliono essere sempre al passo con le oscillazioni del mercato e possono permettersi di pagare una rata che aumenta nel tempo. L’indice del tasso variabile è regolato dallo spread, che è il parametro che fa variare l’andamento del mercato  e del tasso d’interesse. Mutuo Credem Multiswitch – Con questo mutuo si può gestire liberamente il tasso d’interesse del mutuo; il mutuo inizia con tasso variabile ma offre al cliente la possibilità di cambiarlo nel tempo fino a tre volte. Chiariamo però che nella versione base di questo mutuo il cliente ha la possibilità di cambiare il mutuo una sola volta : da variabile a fisso. Alla sottoscrizione del mutuo ha la possibilità di acquistare le altre due opzioni per cambiare il tasso per cambiare di nuovo da fisso a variabile e da variabile a fisso. Le opzioni di cambio posso essere applicate dal cliente in qualsiasi momento voglia. Mutuo Credem Rata fissa durata variabile – Permette di avere la certezza dell’importo della rata del mutuo per tutta la sua durata avendo però un tasso variabile. Il mutuo è quindi strutturato con un tasso variabile, ma invece di variare l’importo della rata al variare delle oscillazioni di mercato, a variare sarà il numero di rate che il cliente dovrà pagare, le rate potranno diminuire oppure aumentare, in base all’aumento o la diminuzione dei tassi d’interesse. Mutuo Credem Tasso Fisso – Con questo tipo di mutuo si ha una rata fissa e sempre uguale per tutta la durata del mutuo e il tasso d’interesse che non cambia e resta per tutto il periodo quello stabilito alla sottoscrizione del mutuo. Questo tipo di mutuo è consigliato a chi ha entrate fisse e vuol pianificare il rimborso del mutuo senza avere sorprese; infatti il mutuo a tasso fisso ha la rata fissa e costante e soprattutto si sa fin dall’inizio quante rate si pagheranno e l’importo degli interessi totali. Il vantaggio è quello di non avere brutte sorprese durante il rimborso del mutuo se i tassi di interesse dovessero aumentare, ma di contro c’è il fatto di non poter usufruire di tassi d’interesse più bassi nel caso essi dovessero diminuire. Mutuo Credem Varia il Fisso – Questa tipologia di mutuo inizia con un periodo in cui si ha la rata e il tasso fisso molto vantaggioso ed offre nel periodo successivo la possibilità se mantenere il tasso fisso o passare al tasso variabile. Attenzione però: alla fine del primo periodo  questo tipo di mutuo offre la possibilità di rimanere con il tasso fisso, ma non quello iniziale, ma un tasso fisso che sia in linea con l’andamento del mercato del momento, oppure passare ad un tasso variabile; la banca permette inoltre la possibilità di tornare al fisso dal variabile con una opzione gratuita, ma una sola volta. Il Mutuo Varia il Fisso permette di scegliere la durata del periodo iniziale, in cui il tasso d’interesse sarà soltanto fisso e non potrà essere mutato, la durata può essere di 2 , 3 o 5 anni; nel periodo seguente si potrà scegliere se variare il tasso e trasformarlo in variabile oppure lasciarlo in fisso. Mutuo Credem Energia – La Credem ha deciso di investire e sostenere coloro che scelgono di investire nell’energia pulita, infatti oltre ai vantaggi economici degli incentivi statali, al risparmio per le riduzioni dei costi delle bollette, si ha la possibilità di accedere a dei finanziamenti personalizzati con tassi fissi o  variabili su mutui da ammortare entro 15 anni. L’offerta Credem comprende il finanziamento totale per l’installazione dell’impianto fotovoltaico  con il quale si potrà godere di molti benefici: oltre al risparmio sul costo dell’energia consumata si avrà un guadagno sull’energia elettrica prodotta in eccesso e venduta; l’incentivo economico statale è garantito per 20 anni dal momento della messa in funzione dell’impianto stesso.

Mutuo fotovoltaico Credem simulatore costo

Alla pagina http://www.credem.it/Small_Business/Finanziamenti/Mutui/Pagine/Mutuo%20Energia.aspx è possibile simulare il tuo impianto fotovoltaico sapendo in anticipo a quanto ammonterà il capitale iniziale da investire, quale sarà l’incentivo ricevuto e quanto tempo impiegherà l’impianto stesso ad ammortizzare i costi iniziali; il simulatore che troverai in questa pagina userà come dati una tariffa media di 4.000 euro per Kw e un tasso di interesse applicato del 5%; ovviamente sono dati puramente indicativi che possono variare col tempo.

Altri tipi di mutui e finanziamenti Credem

Senza dilungarci ancora nella descrizione dei vari mutui che la Credem offre, diciamo soltanto che sono previsti mutui ipotecari e chirografari, mutui per le aziende, per le imprese, mutui chirografari sia a rata fissa che variabile, sia a tasso fisso che variabile, mutui per le imprese “Fifty-fifty”, mutui per le imprese denominati “Stato avanzamento lavori”,  mutuo “Più Roll” ( è un finanziamento a tasso fisso con rimborso trimestrale il cui tasso d’interesse viene rinegoziato ogni 12 mesi per tutta la durata del finanziamento), Mutui per la Ricapitalizzazione, finanziamenti per l’agricoltura più una vasta gamma di leasing.

Mutuo Credem documentazione

I documenti di seguito riportati vanno presentati per la persona, che chiede l’erogazione di un mutuo, per eventuali contestatari del mutuo stesso e per coloro che eventualmente  figureranno come garanti. –          documento di riconoscimento e codice fiscale –          certificato di residenza in carta semplice –          stato di famiglia emesso dal Comune non oltre un mese prima –          estratto dell’atto di matrimonio (se coniugati) dove venga chiarita regime patrimoniale (separazione o comunione dei beni) –          se chi richiede o chi fa da garante non è cittadino italiano, carta o permesso di soggiorno valido –          per coloro che non sono clienti di Credem, l’estratto conto degli ultimi tre mesi del proprio conto corrente –          attestazione dell’acconto versato per l’acquisto del bene per il quale si richiede il mutuo (quindi fotocopia di assegni o eventuali bonifici) –          per l’attestazione del reddito le ultime tre buste paga (o se pensionato ultimi tre cedolini della pensione) e l’ultimo CUD o 730 per i lavoratori dipendenti –          per l’attestazione del reddito dei lavoratori autonomi ultimi due CUD con relative ricevute dei versamenti d’imposta, visura camerale dell’iscrizione alla CCIAA, bilancio della ditta e ultima ricevuta di versamento di IVA con allegata la dichiarazione

Rimutuo Credem

La Credem offre anche la possibilità di passare un mutuo già esistente in altre banche presso la Credem; nel caso si paghino interessi troppo alti, o le condizioni offerte dalla propria banca non siano più convenienti, senza costi di istruttoria è possibile spostare il proprio mutuo. Inoltre si avrà un rimborso delle spese di perizia tecnica e delle spese notarili che serviranno per la migrazione del mutuo dalla propria banca presso Credem. E’ possibile richiedere un preventivo per constatare se le condizioni che offre Credem siano o meno più convenienti di quelle che si hanno già presso la propria banca presso qualsiasi filiale Credem.

Mutuo Credem Preventivo  o Rimutuo on Line Credem

Per chi volesse avere già un’idea della somma a cui ammonterebbe la rata del mutuo presso Credem, alla pagina http://www.credem.it/Privati/Mutui/Pagine/Preventivi_Mutuo.aspx è possibile calcolarla on line inserendo l’importo del mutuo che si intende richiedere, la durata dell’ammortamento del mutuo, con che cadenza si vuole pagare le rate (mensile, trimestrale o semestrale) e che tipo di mutuo si vorrebbe scegliere (tasso fisso, variabile, rata fissa durata variabile, ecc…). Un calcolatore vi comunicherà fin da subito ( con i tassi d’interesse però del momento in cui farete il calcolo) l’importo della rata che verreste a pagare, che sarà indicativa, ma molto vicina alla reale rata che paghereste. Stessa cosa è possibile fare con il Rimutuo alla pagina http://www.credem.it/Privati/Mutui/Pagine/Preventivi_Rimutuo.aspx inserendo importo restante del mutuo, la durata restante del mutuo, la cadenza con cui si pagano le rate e la tipologia di mutuo, per vedere la rata che si verrebbe a pagare presso Credem.    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutui e Prestiti

Leave a Reply